Definizione liti pendenti: qual è l’impatto del giudicato parziale?

05/12/2018 -  Alberto Gatto

Contenzioso tributario

Per effetto del decreto fiscale 2019, i contribuenti possono definire le liti pendenti con l’Agenzia delle Entrate, beneficiando dello stralcio di sanzioni ed interessi. Il legislatore ha previsto una riduzione del maggior tributo richiesto solo nel caso in cui sia intervenuta una sentenza di merito non passata in giudicato sfavorevole all’Agenzia. Nulla, però, viene precisato in relazione alle sentenze parzialmente passate in giudicato: se il capo della sentenza passato in giudicato è favorevole al contribuente, la quota di tributo annullata dal giudice tributario non deve essere calcolata ai fini della determinazione dell’importo da versare per definire la l...

Detrazione IVA: dal 2019 solo con fattura elettronica

13/11/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 1° gennaio 2019 per detrarre l’IVA serve la e-fattura. È questo uno dei chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate in occasione di un incontro con la stampa specializzata, a poco meno di 50 giorni dal debutto della fattura elettronica obbligatoria. Nonostante la moratoria prevista dal decreto fiscale per il primo semestre 2019, che permette ai contribuenti di non essere sanzionati se la fattura elettronica viene emessa oltre i termini di legge ma entro il termine per la prima liquidazione IVA, per poter detrarre l’IVA non si potrà far leva sulla fattura cartacea erroneamente emessa, ma sarà necessario attendere l’emissione della fattura i...

Definizione dei PVC: proroga generalizzata dei termini dell’accertamento?

12/11/2018 -  Antonino Casanova

Contenzioso tributario

La definizione dei processi verbali di constatazione trascina con sé l’allungamento di due anni dei termini di accertamento con riferimento ai periodi d’imposta fino al 31 dicembre 2015, oggetto degli stessi PVC. La proroga trova applicazione in maniera generalizzata o riguarda soltanto i periodi d’imposta oggetto dei PVC oggetto di definizione non perfezionata? Stante il tenore letterale della norma contenuta nel decreto fiscale 2019 si dovrebbe propendere per un’applicazione “allargata” del prolungamento dei termini. Diversamente, in base alla relazione illustrativa la proroga dovrebbe riguardare i soli periodi oggetto dei PVC per i quali si &egra...

Operazioni black list: eliminato l’obbligo di raccolta delle informazioni

14/03/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Abrogato l’obbligo di raccolta delle informazioni per le operazioni intercorse con paesi black list. Si chiude così il cerchio degli obblighi comunicativi richiesti ai contribuenti che effettuano operazioni con operatori economici localizzati in Stati aventi un regime fiscale privilegiato. A seguito dell’abrogazione delle comunicazioni all’Agenzia delle Entrate, da parte dei soggetti IVA, delle operazioni intercorse con operatori economici residenti in Stati aventi regimi fiscali privilegiati, il decreto Milleproroghe dispone anche l'abrogazione della raccolta di informazioni relative agli acquisti di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti residenti ...

Spesometro trimestrale: da comunicare ogni singola fattura

10/02/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Nelle nuove comunicazioni trimestrali dei dati delle fatture emesse e ricevute occorre indicare ogni singola fattura, indipendentemente dall’ammontare della stessa. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 1/E del 2017, con cui sono state fornite le prime indicazioni in merito alla concreta compilazione del nuovo spesometro, introdotto dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017. La finalità dell’introduzione del nuovo spesometro è quella di ridurre il gap IVA che l’Italia ha rispetto all’UE. Tale finalità, tuttavia, non si coniuga con l’intento di semplificare gli adempimenti fiscali a carico del contrib...

Decreto fiscale: pro e contro delle nuove norme

30/12/2016 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Confindustria ha analizzato il testo del decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017, a seguito delle modifiche apportate nel corso dell’iter di conversione in legge. Se è positivo il giudizio sulla norma che uniforma i termini di integrazione delle dichiarazioni a favore o a sfavore del contribuente entro il termine di decadenza dell’accertamento, Confindustria valuta come non del tutto migliorativi gli interventi in materia di definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione. Quali sono pro e i contro del decreto fiscale? Termini uniformati per integrare la dichiarazione a favore o a sfavore del contribuente. È questa una delle...

Decreto fiscale, rottamazione dei ruoli: quando conviene?

09/12/2016 -  Francesco Naio

Contenzioso tributario

Il decreto fiscale ha introdotto regole dettagliate in tema di rottamazione dei ruoli: il contribuente potrà accedere al beneficio entro il 31 marzo 2017, con abbattimento di sanzioni e interessi di mora e di dilazione sui carichi pendenti derivanti da ruoli affidati all’Agente della riscossione tra il 1° gennaio 2000 e il 31 dicembre 2016. Il contribuente dovrà tener conto dei tempi stringenti previsti dalla normativa (l’ultima rata dovrà essere corrisposta entro e non oltre il mese di settembre 2018), nonché del fatto che l’omesso, parziale o tardivo versamento anche di una sola delle rate comporta la decadenza non solo dalla dilazione, ma ...

Sospensione estiva per documenti, pagamenti e tassazione separata

06/12/2016 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Sospensione feriale per la trasmissione di documenti e per il pagamento delle somme dovute a seguito di controlli, nonché per la liquidazione delle imposte sui redditi assoggettati a tassazione separata. Sono queste alcune delle novità introdotte dalla legge 225/2016 di conversione del Dl 193/2016 , pubblicata sulla «Gazzetta Ufficiale» di venerdì 2 dicembre.La misura ha trovato concreta espressione nell’articolo 7-quater, commi 16 e 17 del decreto fiscale, recante disposizioni in materia di semplificazione fiscale.La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano del Fisco, per maggiori informazioni clicca qui.

Decreto fiscale: rimborsi IVA senza garanzia fino a 30.000 euro

06/12/2016 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Rimborsi IVA senza visto di conformità e garanzia per eccedenze di credito non superiori a 30.000 euro. Lo prevede il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017, convertito in legge n. 225/2016. La norma, in base ai chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 32/E del 2014, trova applicazione anche con riferimento alle richieste di rimborso pendenti alla data di entrata in vigore della legge. Tale modifica non interessa, però, la compensazione nel modello F24 del credito IVA. Al contribuente la scelta se sia più conveniente utilizzare i crediti IVA in compensazione o richiederli a rimborso. É quanto dispone l’art. 7-qua...

Voluntary-bis e contanti: nuove norme applicabili solo alle violazioni nazionali?

05/12/2016 -  Stefano Guarino

Consulenza tributaria e tax compliance

A differenza della prima edizione della voluntary disclosure, la voluntary bis prevista dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017 introduce un sub-procedimento ad hoc per quanti intendano sanare le violazioni derivanti dall’emersione del contante e dei valori al portatore, ai quali si applica una presunzione di imponibilità “integrale”, salvo prova contraria. Da un lato, l’introduzione della presunzione sembra creare un eccessivo, se non insuperabile, onere della prova per i contribuenti. Dall’altro, emergono perplessità in relazione alla possibilità di applicare il procedimento previsto per il contante e i valori mobiliari a...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni