e-fattura: termini più ampi per l’emissione, ma con limiti al diritto alla detrazione

04/03/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Termini ampi per l’emissione della fattura elettronica nel primo semestre 2019: è quanto previsto dal decreto fiscale 2019 che, in sede di conversione in legge, ha esteso tale possibilità fino al 30 settembre per i contribuenti che liquidano l’IVA con cadenza mensile. Questa novità, tuttavia, potrebbe avere ricadute negative in capo ai cessionari/committenti. Infatti, per poter esercitare il diritto alla detrazione IVA, questi soggetti sono tenuti ad attendere l’emissione della fattura. Pertanto, potrebbero anche dover attendere mesi prima di poter portare in detrazione dell’IVA già pagata al fornitore. La lettura integrale dell'articolo &e...

e-fattura: scattano le sanzioni

22/02/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

L’emissione della fattura elettronica dal 19 febbraio 2019 fa scattare in capo ai soggetti passivi l’obbligo di corrispondere le sanzioni per omesso versamento IVA e/o per errori commessi nella documentazione e registrazione degli imponibili IVA. Nel caso in cui, con riferimento ad operazioni effettuate nel mese di gennaio 2019, sia stata emessa regolare fattura entro il 18 febbraio, la relativa imposta deve aver concorso nella liquidazione IVA di gennaio, anche se - in data successiva al 18 febbraio - la fattura sia stata scartata. Se la fattura viene riemessa entro 5 giorni dal ricevimento della ricevuta di scarto non si applicherà alcuna sanzione; se, al contrario, vien...

e-fattura: emissione senza sanzioni fino al 18 febbraio

12/02/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Lunedì 18 febbraio 2019 scade il termine per la liquidazione periodica IVA di gennaio, per i contribuenti mensili. Fino alla stessa data è possibile sanare - senza subire alcuna sanzione - eventuali errori o omissioni commessi nell’emissione della fattura elettronica. Come chiarito dall’Agenzia delle Entrate, nel caso in cui il contribuente decida di sanare gli errori entro il termine per effettuare la seconda liquidazione IVA si applicherà la sanzione per omesso versamento IVA, senza alcuna riduzione. Potrebbe pertanto risultare svantaggiosa per il contribuente la decisione di dilazionare i tempi per l’emissione della fattura elettronica.La lettura int...

Fattura elettronica: gli effetti sulla detrazione IVA

05/02/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Una delle questioni di maggiore interesse collegate all’avvento della fatturazione elettronica dal 1° gennaio 2019 è senza dubbio quella relativa alla corretta identificazione della data a decorrere dalla quale può essere esercitato il diritto alla detrazione IVA. Infatti, secondo quanto previsto dal combinato disposto degli artt. 19 e 25 del D.P.R. n. 633/1972 tale diritto può essere esercitato quando in capo al cessionario/committente si verifica la duplice condizione: effettuazione dell’operazione e ricezione della fattura. Nel contesto della fatturazione elettronica, la detrazione dell’IVA è esercitabile con riferimento al periodo d&rsquo...

Fattura elettronica: quando scatta la sanzione per omesso versamento

01/02/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

L’emissione della fattura elettronica entro il termine per effettuare la seconda liquidazione IVA comporta l’applicazione della sanzione per omesso versamento IVA. È quanto chiarito dall’Agenzia delle Entrate. La riduzione dell’80% si applica solo alla sanzione prevista per violazioni relative alla documentazione e registrazione degli imponibili IVA. Viene ancora una volta confermato che l’autofattura emessa in formato elettronico per assolvere gli obblighi IVA in caso di ricezione di una fattura in reverse charge deve riportare il codice TD01 nel campo “Tipo documento”. Infine, in merito alla detrazione IVA, viene precisato che, nel caso di a...

e-fattura, quale data va indicata nel file XML?

26/01/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Quale data deve essere indicata nel relativo campo del file XML della fattura elettronica? È questo uno degli interrogativi, che riguardano l’emissione in concreto della e-fattura, al quale ha dato risposta l’Agenzia delle Entrate in occasione del forum organizzato dal CNDCEC. L’Agenzia ha chiarito quale comportamento deve tenere il contribuente con riferimento all’emissione sia della fattura immediata, sia della fattura differita, durante il periodo di moratoria, ma anche a regime, dal 1° luglio 2019, data a decorrere dalla quale per l’emissione della fattura immediata viene concesso più tempo: 10 giorni dalla data di effettuazione dell’...

Autofattura spia con possibili ricadute sulla detrazione IVA dei trimestrali

24/01/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

I contribuenti che liquidano l’IVA con cadenza trimestrale possono esercitare il diritto alla detrazione anche relativamente ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad una serie di quesiti sulle novità fiscali relative alla fattura elettronica. La dilazione dei termini di ricezione delle fatture per l’esercizio del diritto alla detrazione potrebbe però, soprattutto nel periodo di moratoria, produrre degli effetti “distorsivi&rd...

Fattura elettronica: quando emettere autofattura

22/01/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Quando e come va emessa l’autofattura? In occasione del forum sulla fattura elettronica organizzato dal CNDCEC, l’Agenzia delle Entrate ha fatto il punto sulle casistiche di emissione dell’autofattura, distinguendo l’ipotesi delle autofatture spia, ossia quelle emesse dal cessionario/committente a denuncia della mancata emissione della fattura da parte del cedente/prestatore, decorsi 4 mesi dalla data di effettuazione dell’operazione, dagli altri casi di autofattura, quali, ad esempio, l’autoconsumo, gli omaggi, il reverse charge interno. Al ricorrere di queste diverse ipotesi, in che modo deve essere compilato il campo “Tipo Documento” del fil...

Fatture datate 2018 ed inviate nel 2019: valido il formato analogico

16/01/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Sono valide le fatture in formato analogico emesse nel mese di dicembre 2018, ma inviate al cliente tramite posta ordinaria o PEC nei primi giorni del 2019. L’IVA relativa alle stesse fatture concorre alla liquidazione IVA del mese di gennaio. In occasione del forum organizzato dal CNDCEC l’Agenzia delle Entrate scioglie uno dei principali dubbi con cui si sono dovuti confrontare gli operatori nei primi giorni di gennaio, a seguito dell’entrata in vigore dell’obbligo generalizzato della fattura elettronica. Sempre in merito alla tempistica di emissione/trasmissione delle fatture elettroniche, l’Agenzia ha chiarito che il file fattura, predisposto nel rispetto de...

Fatturazione elettronica e fatture di fine anno: gli effetti sulla detrazione IVA

09/01/2019 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Quali sono gli impatti della fatturazione elettronica obbligatoria sulla detrazione IVA? Ci si riferisce, in particolare, alle fatture emesse a fine 2018, ma trasmesse e ricevute nei primi giorni del 2019. Sulla validità del formato cartaceo di tali fatture, l’Agenzia delle Entrate sembra essersi pronunciata in senso positivo. Tuttavia, non è chiaro cosa accade per la detrazione. In base ad un’interpretazione letterale degli artt. 19 e 25 del decreto IVA, l’imposta relativa a queste fatture dovrebbe concorrere alla liquidazione IVA di gennaio 2019 (da effettuarsi entro il 16 febbraio), oppure si potrebbe sostenere che l’IVA sia detraibile al massimo entr...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Il sottoscritto, preso atto dell’informativa qui riportata che dichiara di aver letto in ogni sua parte, inviando la richiesta di sottoscrizione acconsente al trattamento dei propri dati personali, per la finalità di cui al § 4 sezione C per l’iscrizione alla mailing list di Morri Rossetti al fine di ricevere comunicazioni informative e/o pubblicitarie.

Accetti termini e codizioni