I costi black list escono dai modelli Redditi 2017

 - 

Tax advisory and tax compliance

Nei modelli Redditi 2017 non trovano più separata indicazione i costi black list. A seguito dell’abrogazione, ad opera della legge di Stabilità 2016, delle relative disposizioni del TUIR, i costi sostenuti in Paesi a fiscalità privilegiata sono deducibili al pari di quelli derivanti da transazioni domestiche, ma a condizione che siano soddisfatti i requisiti dell’inerenza, dell’effettività, della certezza e della determinatezza e della competenza. Cosa succede nel caso in cui l’Agenzia delle Entrate contesti i costi indicati nel modello UNICO 2016?

Scompare dai modelli Redditi 2017 l’obbligo di indicare separatamente i costi derivanti da operazioni intercorse con operatori economici residenti in Paesi aventi un regime fiscale privilegiato - c.d. costi black list.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.