Il nuovo regime di deducibilità dei costi “black list”

 - 

Tax advisory and tax compliance

L’art. 5 del D.Lgs. n. 147 del 14 settembre 2015, recante misure per la crescita e l’internazionalizzazione, riforma radicalmente la disciplina della deducibilità dei costi sostenuti nei confronti di operatori localizzati o residenti in Stati o territori a fiscalità privilegiata (c.d. black list) di cui all’art. 110, commi da 10 a 12-bis, del T.U.I.R. La norma ripristina un regime di deducibilità ordinaria dei costi “black list”, nei limiti del valore normale, e rende altresì deducibile l’eventuale eccedenza rispetto al valore normale dei costi qualora sia dimostrato che le operazioni rispondono ad un effettivo interesse economico e che le stesse hanno avuto concreta attuazione. Il nuovo impianto normativo è volto a ridurre gli oneri probatori per le imprese, ponendo un freno alle criticità determinate da una prassi accertativa spesso non coerente con la “ratio” antielusiva della disciplina.

Per la lettura dell'intero articolo scarica il PDF in allegato.