La nuova corruzione privata

NEWSLETTER

A cura di Francesco Rubino

La corruzione tra privati si prepara a cambiare volto: l’imminente entrata in vigore del D.Lgs. n. 38/2017 segna una tappa importante nel processo di adeguamento dello statuto penale della corruzione tra privati alle indicazioni comunitarie contenute nella decisione quadro 2003/568/GAI. La novella interviene soprattutto sul “fronte 231”: l’ambito della responsabilità si sposta verso il basso ampliando il novero dei “soggetti sensibili” ed inasprendo le sanzioni. È dunque necessario che il mondo aziendale corra ai ripari adottando quale migliore arma di difesa Modelli di Organizzazione Gestione e Controllo adeguati alle nuove – e decisamente più alte – soglie di tutela.



Per un ulteriore approfondimento sul tema, rimandiamo al testo completo dell'Alert scaricabile da link (il file è in formato PDF)