Operazioni black list: eliminato l’obbligo di raccolta delle informazioni

 - 

Tax advisory and tax compliance

Abrogato l’obbligo di raccolta delle informazioni per le operazioni intercorse con paesi black list. Si chiude così il cerchio degli obblighi comunicativi richiesti ai contribuenti che effettuano operazioni con operatori economici localizzati in Stati aventi un regime fiscale privilegiato. A seguito dell’abrogazione delle comunicazioni all’Agenzia delle Entrate, da parte dei soggetti IVA, delle operazioni intercorse con operatori economici residenti in Stati aventi regimi fiscali privilegiati, il decreto Milleproroghe dispone anche l'abrogazione della raccolta di informazioni relative agli acquisti di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti residenti fuori del territorio dello Stato, necessarie ad assicurare un adeguato presidio al contrasto dell'evasione internazionale

La legge n. 19/2017, di conversione del decreto Milleproroghe (D.L. n. 244/2016) ha abrogato l'art. 1, comma 147, della legge di Stabilità 2016, chiudendo così il cerchio degli obblighi di raccolta di informazioni relative agli acquisti di beni e alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti residenti fuori del territorio dello Stato, necessarie ad assicurare un adeguato presidio al contrasto.
La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.
decreto fiscale