Morri Rossetti pubblica il dossier COVID-19

L’emergenza COVID-19, decretata ufficialmente come pandemia dall’OMS, è stata descritta da diversi editorialisti come una sorta di “tempesta perfetta”, un evento sistemico di portata eccezionale.

Fin dal 21 febbraio scorso, ci siamo sentiti mossi a scartare dal corso ordinario del nostro lavoro e porci il problema di come aiutare i nostri Clienti alle prese con questa contingenza così nuova, imprevista e strana. È stato quasi un riflesso condizionato.

Abbiamo immediatamente raggruppato un gruppo di professionisti intorno al tema del COVID-19, e abbiamo iniziato a lavorare con il nostro metodo. Che è il metodo della realtà: cosa ha bisogno di sapere, che problemi deve risolvere, un imprenditore o un manager in questa tempesta?

Facciamoci le domande, e troviamo le risposte. E trovate queste, facciamoci altre domande, e poi altre…

Nel frattempo, sono cominciate ad arrivare le richieste dei nostri Clienti. E su quello abbiamo posto le fondamenta per altri passi, per altre salite.

Ecco, questo Dossier nasce così. È il frutto quasi inevitabile di quello che siamo: professionisti di diverse specializzazioni abituati a lavorare insieme e vocati a tradurre l’astrazione delle norme, delle regole nella concretezza della vita delle imprese e delle persone.

Il Dossier non vuole essere, né può essere - dato l’incalzare degli eventi e dei provvedimenti - un qualcosa di definitivo e di statico. È un provvisorio punto di arrivo che sintetizza quello che abbiamo fin qui fatto e capito. Il team è costantemente operativo per arricchire, correggere, tagliare, quello che di mano in mano sembra opportuno.

Nell’offrire questo nostro contributo chiediamo a chi lo legga e lo usi di darci le sue reazioni e i suoi commenti cosicché noi si possa capire di più e meglio ciò che è necessario e utile, e affinare i contenuti a vantaggio suo e degli altri lettori.

La task force di Studio è a disposizione per ogni necessità di approfondimento e di supporto, ed è contattabile tramite la mail Coronavirus@MorriRossetti.it o i vostri consueti referenti.

 

Buona lettura. Buon lavoro,

Stefano Morri