L’Avv. Fabrizio Pacchiarotti nel giudizio di legittimità costituzionale relativo all’articolo 5 del TUIR sollevato dinanzi alla Corte Costituzionale

I giudici della Sez. n.1 della Commissione Tributaria Provinciale di Genova hanno condiviso il dubbio di legittimità costituzionale evidenziato già in sede di ricorso introduttivo posto dall’Avv. Pacchiarotti e hanno sospeso il giudizio di merito in attesa di un pronunciamento da parte del Giudice delle Leggi.

L’Avv. Fabrizio Pacchiarotti – partner e responsabile del dipartimento di contenzioso tributario dello Studio - difendeva un contribuente, socio accomandante di una S.a.s. e durante il procedimento è stata posta al vaglio della Corte costituzionale la legittimità dell’articolo 5, c. 1, del DPR n. 917/1986 (TUIR) nella parte in cui prevede in ogni caso l’imputazione al socio accomandante dei redditi prodotti da una s.a.s., “indipendentemente dalla percezione”, anche quando egli sia tenuto del tutto all’oscuro dell’andamento degli affari sociali e della loro conduzione e non abbia percepito alcun reddito dalla propria partecipazione societaria.

Per ogni dettaglio si rimanda all’ordinanza n. 80/2019 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale