Il trasferimento della nuda proprietà delle azioni non fa sorgere il diritto di co-vendita dei soci di minoranza (cd. tag along)

06/07/2018 -  Cristina Cengia

L’introduzione nello statuto o in un patto parasociale di clausole di co-vendita – prassi mutuata nel nostro ordinamento dai paesi di common law – costituisce uno strumento contrattu...

Leggi di più

Illegittimo il licenziamento del dirigente per fatti emersi dall'istruttoria ma non contestati

06/06/2018 -  Alessandra Boati

Con la sentenza n. 7426 del 26 marzo 2018, la Suprema Corte ha stabilito che, se idonei ad incidere sul vincolo fiduciario, i comportamenti e gli atti di gestione posti in essere in qualità di ...

Leggi di più

Bancarotta documentale. Sulla sussistenza dell’obbligo di consegna delle scritture contabili in capo all'ex amministratore della società fallita

23/05/2018 -  Francesco Rubino, Roberta Francia

La pronuncia qui in commento concerne un episodio di bancarotta fraudolenta: ai tre imputati venivano contestati i reati di cui agli artt. 110 c.p., 216, 223, 219 r.d. 267/1942. Se è ormai noto...

Leggi di più

Delocalizzazioni: come indicare il recupero dell’iperammortamento nella dichiarazione dei redditi

19/07/2018 -  Roberta De Pirro

La delocalizzazione all’estero e la cessione a titolo oneroso dei beni ammessi all’iperammortamento durante il periodo di fruizione dell’agevolazione determina la restituzione del be...

Leggi di più

Bonus formazione 4.0: le ore del personale devono essere indicate in dichiarazione

18/07/2018 -  Roberta De Pirro

Per poter beneficiare del bonus formazione 4.0 le imprese devono indicare le ore del personale dipendente dedicate all’attività di formazione nella dichiarazione dei redditi relativa al p...

Leggi di più

Società di gestione del risparmio, fondi immobiliari e soggettività tributaria

12/07/2018 -  Stefano Guarino

La liquidazione dei fondi immobiliari è stata ogget­to di una disciplina fiscale ad hoc, introdotta dall’art. 32 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78 (convertito, con modificazioni, dalla l...

Leggi di più

Delocalizzazioni: come indicare il recupero dell’iperammortamento nella dichiarazione dei redditi

19/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

La delocalizzazione all’estero e la cessione a titolo oneroso dei beni ammessi all’iperammortamento durante il periodo di fruizione dell’agevolazione determina la restituzione del beneficio fiscale goduto. E’ quanto prevede il decreto Dignità. Il recupero avviene mediante una variazione in aumento del reddito imponibile del periodo d’imposta in cui si verifica la cessione a titolo oneroso o la delocalizzazione degli investimenti agevolati per un importo pari alle maggiorazioni delle quote di ammortamento complessivamente dedotte nei precedenti periodi d’imposta, senza applicazione di sanzioni ed interessi. Come compilare la dichiarazione dei redditi...

Bonus formazione 4.0: le ore del personale devono essere indicate in dichiarazione

18/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Per poter beneficiare del bonus formazione 4.0 le imprese devono indicare le ore del personale dipendente dedicate all’attività di formazione nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento delle spese e in quelle dei periodi d’imposta successivi. Sono queste le indicazioni fornite dal decreto attuativo dell’agevolazione, secondo il quale per beneficiare del credito d’imposta per l’attività di formazione non è necessario che le imprese abbiano effettuato investimenti in beni in chiave Industria 4.0. Quali sono le attività di formazione che possono usufruire del credito d’imposta? La lettura in...

Spesometro trimestrale: salta la scadenza di settembre 2018

17/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il decreto Dignità ridisegna le scadenze per l’invio dello spesometro 2018: i contribuenti che hanno deciso di inviare lo spesometro con cadenza trimestrale possono inviare i dati relativi alle fatture emesse e ricevute nel terzo trimestre del 2018 entro il 28 febbraio 2019, termine ultimo - questo - anche per l’invio dei dati relativi al quarto trimestre del 2018. Si conclude così, salvo sorprese dell’ultimo minuto, la storia dello spesometro, introdotta nel 2010 e oggetto di modifiche ripetute nel corso degli ultimi due anni. Il ravvicinarsi delle scadenze, le modifiche alle modalità di invio dei dati ed, infine, la soppressione dell’obbligo han...

Società di gestione del risparmio, fondi immobiliari e soggettività tributaria

12/07/2018 -  Stefano Guarino

Fiscalità internazionale

La liquidazione dei fondi immobiliari è stata ogget­to di una disciplina fiscale ad hoc, introdotta dall’art. 32 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78 (convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122), in base alla quale la Società di Gestione del Rispar­mio (SGR) è tenuta a prelevare e versare all’erario un importo, a titolo di imposta sostitutiva, calcola­to sul valore netto del fondo. Si pone la questione di identificare se, in quale misura e a quale titolo sia possibile individuare una responsabilità in capo alla SGR nel caso in cui la vicenda tributaria rego­lata dalla disciplina citata assuma tratti patologici (omesso v...

Nuovo regime di tassazione dei redditi di capitale: attenzione alle riserve

11/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Nel modello di dichiarazione Redditi SC 2018 è importante indicare le riserve di utili formatisi nei diversi periodi d’imposta, in quando gli stessi scontano, in caso di distribuzione, tassazioni differenti, a seconda del periodo in cui si sono formati. Infatti, le riserve formate con utili prodotti dal 2008 al 2016, sono tassate in capo ai soci qualificati nel limite del 49,72%, quelle formate con utili prodotti sino al 2007 sono tassate nel limite del 40%. Tale indicazione risulta ancora più importate a seguito della modifica alla tassazione dei redditi di capitale prevista dalla legge di Bilancio 2018, secondo cui gli utili percepiti dal 1° gennaio 2018, indipenden...

Iper-ammortamento su beni delocalizzati: si può evitare la recapture?

10/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Recupero dei benefici fiscali relativi all’iperammortamento solo pro-futuro. È quanto emerge dal decreto Dignità, che fa così salve eventuali cessioni e delocalizzazioni effettuate in passato dalle imprese. Pertanto, se le imprese che beneficiano dell’iperammortamento hanno delocalizzato in strutture produttive site all’estero i beni oggetto dell’agevolazione, non sono soggette alla restituzione del beneficio fiscale se la delocalizzazione è avvenuta prima dell’entrata in vigore del decreto Dignità. Esistono alternative percorribili per evitare l’effetto recapture dell’agevolazione concessa per l’iperammortame...

Il trasferimento della nuda proprietà delle azioni non fa sorgere il diritto di co-vendita dei soci di minoranza (cd. tag along)

06/07/2018 -  Cristina Cengia

Corporate, Finance e Capital Market

L’introduzione nello statuto o in un patto parasociale di clausole di co-vendita – prassi mutuata nel nostro ordinamento dai paesi di common law – costituisce uno strumento contrattuale tramite cui le parti limitano la libera circolazione delle proprie azioni in favore, inter alia, di una maggiore valorizzazione della società nel suo complesso.In particolare, la clausola di tag along costituisce la concessione ai soci di minoranza di un diritto di co-vendita – in caso di alienazione della partecipazione di maggioranza da parte del suo titolare – delle partecipazioni dagli stessi detenute, al medesimo acquirente e alle medesime condizioni economiche rispet...

Credito d’imposta R&S con esclusione dei beni immateriali: quali effetti per le imprese

05/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il decreto Dignità dispone che non rientrano nel credito d’imposta ricerca e sviluppo le spese sostenute per l’acquisizione di competenze tecniche e privative industriali derivanti da operazioni tra imprese appartenenti al medesimo gruppo. Si considerano appartenenti al medesimo gruppo le imprese controllate, controllanti o controllate da un unico soggetto. Per calcolare l’agevolazione occorre innanzitutto verificare che sia stato realizzato un volume minimo di investimenti ammissibili, pari almeno ad euro 30.000 e che la spesa complessiva sostenuta ecceda la media degli investimenti realizzati. Quali sono gli impatti per le imprese?La lettura integrale dell'articolo...

Decreto Dignità: un ritorno alle origini per lo split payment

04/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Le prestazioni di servizi soggette alla ritenuta dalla fonte sono fuori dallo split payment. Pertanto, i professionisti, dalla data di entrata in vigore del decreto Dignità, potranno fatturare le loro prestazioni professionali con le ordinarie modalità. È quanto prevede l’art. 11 del decreto Dignità. E così, accogliendo i dubbi e le perplessità palesati da vari organi di categoria, lo split payment ritorna alle origini e trova applicazione solo per le cessioni di beni effettuate nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, le società quotate e gli enti e le società controllati da enti pubblici. La lettura integrale dell'articolo...

Iperammortamento: ipotizzato l’accesso ai benefici solo per beni localizzati in Italia

04/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

La bozza del decreto dignità vuole mettere un freno alle delocalizzazioni selvagge delle imprese italiane che hanno fruito di contributi pubblici. Interviene, in particolare, sulla fruizione dell’iperammortamento per investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, che rientrano nel Piano Industria 4.0, stabilendo che, se nel corso del periodo di fruizione del beneficio, i beni agevolati vengono ceduti a titolo oneroso o sono destinati o trasferiti a strutture produttive situate all’estero, si procede al recupero delle agevolazioni fiscali riconosciute. Quali sono gli altri limiti posti dallo schema di decreto? La lettura integrale dell'arti...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Legal & Privacy

La presente informativa descrive le modalità con cui lo Studio Legale e Tributario Morri Rossetti e Associati (di seguito Morri Rossetti) tratta i dati personali degli utenti in relazione all’utilizzo del sito www.mralex.it. Morri Rossetti opera in conformità a quanto è previsto dal D.lgs. 196/2003, Codice in materia di protezione dei dati personali.

Titolare del trattamento
Il titolare del trattamento dei dati personali relativi al presente sito è Morri Rossetti, con sede in Piazza Eleonora Duse, 2, 20122 – Milano. Per tutte le questioni attinenti la presente Privacy Policy, il titolare può essere contattato attraverso l’indirizzo di posta elettronica: info.privacy@mralex.it.

Categorie, natura e finalità dei dati trattati
Morri Rossetti tratterà alcuni dati personali degli utenti che interagiscono con i servizi web del Sito.

Dati di navigazione
Si tratta di dati di navigazione che i sistemi informatici acquisiscono automaticamente durante l’utilizzo del sito, quale l’indirizzo IP, gli indirizzi in notazione URI (Uniform Resource Identifier), nonché i dettagli delle richieste inviate al server del Sito, e che ne rendono possibile la navigazione.
I dati di navigazione potranno altresì essere utilizzati per compilare statistiche anonime che permettono di comprendere l’utilizzo del Sito e di migliorare la struttura dello stesso.
Resta inteso che i dati di navigazione potranno eventualmente essere utilizzati per l’accertamento di attività illecite, come in casi di reati informatici, a danno del sito.
Dati forniti dall’utente.
L’eventuale invio di comunicazioni ai contatti indicati sul sito comporta l’acquisizione dell’indirizzo e-mail e degli ulteriori dati personali contenuti nella comunicazione.

Natura facoltativa del conferimento dei dati
Gli utenti sono liberi di fornire dati personali indicati in contatti e/o comunicazioni a Morri Rossetti. Il loro mancato conferimento può comportare l’impossibilità di ricevere risposte.

Modalità del trattamento
I dati personali sono trattati con strumenti automatizzati, con logiche strettamente correlate alle finalità stesse, e per il periodo di tempo strettamente necessario a conseguire gli scopi per cui sono stati raccolti.
Le informazioni raccolte sono registrate in un ambiente sicuro.

Ambito di comunicazione dei dati
I dati personali saranno trattati dal personale incaricato di Morri Rossetti ed eventualmente dai suoi professionisti. I dati personali potranno inoltre essere trattati da terzi, fornitori di servizi esterni (ad es. per assistenza tecnica), che tratteranno i dati in conformità allo scopo per cui i dati sono stati in origine raccolti.

Diritti dell’interessato
L’interessato, ai sensi dell’art. 7 del Codice Privacy, ha diritto di opporsi, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali, anche se pertinenti allo scopo della raccolta, nonché al trattamento di dati personali a fini di invio di comunicazioni promozionali per il compimento di ricerche di mercato.



UTILIZZO DEI COOKIE
In qualunque momento è possibile disabilitare i cookies presenti sul browser; quest'opzione potrebbe limitare molte delle funzionalità di navigazione del sito.

 

ISTRUZIONI DISABILITAZIONE COOKIES DAI BROWSERS
Se si utilizza Internet Explorer
In Internet Explorer, fare clic su "Strumenti" poi "Opzioni Internet". Nella scheda Privacy, spostare il cursore verso l'alto per bloccare tutti i cookie o verso il basso per consentire a tutti i cookie, e quindi fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Firefox
Vai al menu "Strumenti" del browser e selezionare il menu "Opzioni" Fare clic sulla scheda "Privacy", deselezionare la casella "Accetta cookie" e fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Safari
Dal Browser Safari selezionare il menu "Modifica" e selezionare "Preferences". Clicca su "Privacy". Posizionare l'impostazione "cookies Block" sempre "e fare clic su OK.

Se si utilizza il browser Google Chrome
Fai clic sul menu Chrome nella barra degli strumenti del browser. Selezionare "Impostazioni". Fare clic su "Mostra impostazioni avanzate". Nella sezione "Privacy", fai clic sul pulsante "Impostazioni contenuti". Nella sezione "Cookies", selezionare "Non consentire ai siti per memorizzare i dati" e di controllo "cookie di blocco e di terze parti i dati sito", e quindi fare clic su OK.
Se usi un qualsiasi altro browser, cerca nelle Impostazioni del browser la modalità di gestione dei cookies.

DEFINIZIONI
I cookie sono piccoli file di testo generati dalle pagine web che vengono visitate e contengono i dati relativi alle sessioni di navigazione che possono poi essere utili più avanti al sito web. I dati fanno sì che la pagina web possa mantenere in memoria informazioni importanti da pagina a pagina di navigazione e che si possano analizzare le interazioni dell’utente con il sito web.
I cookie sono essenziali per il funzionamento di internet e apportano numerosi vantaggi alla navigazione, per la presentazione di servizi interattivi, rendendo più facile la navigazione e la usabilità del sito web.

TIPOLOGIE DI COOKIE
In base alle caratteristiche e all'utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:

▪ Cookie strettamente necessari. Si tratta di cookie necessari al corretto funzionamento del sito e sono utilizzati per gestire il login e l'accesso alle funzioni riservate del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di lavoro (chiuso il browser vengono cancellati).

▪ Cookie di analisi e prestazioni. Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l'utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l'utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi.
Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l'usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

▪ Cookie di profilazione. Si tratta di cookie permanenti utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell'utente e migliorare la sua esperienza di navigazione. Il presente sito non utilizza questi cookies.

GESTIONE DEI COOKIE
L'utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.
Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l'utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.

INFORMAZIONI E DATI DEL SITO
Lo Studio Legale e Tributario Morri Rossetti e Associati opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo, si precisa inoltre che gli stessi:
- non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale
- non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio ed all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.
I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva dello Studio Legale e Tributario Morri Rossetti e Associati.
Ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, la comunicazione e diffusione al pubblico dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione dello Studio Legale e Tributario Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni