Accise e prodotti energetici, arriva la stretta

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Stretta su accise e depositi fiscali di prodotti energetici. È quanto disposto dalla legge di bilancio per il 2017.
Intervenendo in maniera significativa sul Testo unico accise (Tua, Dlgs 504/1995) il legislatore ha introdotto una serie di modifiche sia alla disciplina della circolazione dei prodotti sottoposti ad accise in regime di sospensione sia a quella dei depositi fiscali di prodotti energetici.

Per rafforzare la tracciabilità dei prodotti sottoposti ad accise, la legge di bilancio ha previsto che le autobotti e le bettoline utilizzate per il loro trasporto di prodotti sottoposti ad accisa in regime sospensivo devono essere munite di sistemi di tracciamento della posizione e di misurazione delle quantità scaricate.
Con riferimento ai destinatari registrati, ossia i soggetti diversi dal titolare di deposito fiscale, autorizzati a ricevere prodotti sottoposti ad accisa in regime sospensivo, è stato specificato che l'autorizzazione viene loro rilasciata in considerazione dell'attività svolta dal soggetto presso il proprio deposito. Essi inoltre devono tenere e contabilizzare separatamente di prodotti in regime sospensivo rispetto a quelli assoggettati ad accisa.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati al Quotidiano del Fisco - il Sole24Ore, per maggiori informazioni clicca qui.