Auto aziendali: aumenta la tassazione del fringe benefit

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Maxi stangata in arrivo per i dipendenti ai quali sono concesse in uso promiscuo le auto aziendali. Ma secondo le ultime indiscrezioni potrebbe essere ridimensionata. Infatti, ai fini della determinazione del fringe benefit non si dovrebbe più tener conto del 30 per cento dell’importo corrispondente a una percorrenza convenzionale di 15.000 km calcolata sulla base del costo chilometrico di esercizio desumibile dalle tabelle ACI, bensì del 60 per cento dell’importo (in luogo del 100 per cento previsto nelle prime versioni della norma).

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati de IlQuotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.