Convivenza di fatto - contenuti e deposito presso il Comune di Convivenza

 - 

Diritto di famiglia

Dopo l’entrata in vigore della legge Cirinnà, con la sottoscrizione di un contratto di convivenza, i conviventi possono disciplinare i rapporti patrimoniali relativi alla loro vita in comune fra i quali, per esempio:

  • la dichiarazione di convivenza e la scelta di una abitazione comune;
  • la partecipazione di ognuno alle spese comuni o all'attività lavorativa domestica ed extradomestica;
  • la scelta di un regime patrimoniale e la regolamentazione del godimento della casa come dei beni personali e comuni;

Può essere altresì inserita la regolamentazione dei rapporti patrimoniali inerenti il mantenimento, l'istruzione e l'educazione dei figli, anche se tali clausole potranno essere revocate o modificate se non conformi al preminente interesse dei figli.

L’accordo può essere usato anche per disciplinare le conseguenze patrimoniali della cessazione della convivenza.

Ogni vincolo di carattere personale sfugge invece dalla regolamentazione pattizia che però può prevedere la designazione del partner quale:

  • amministratore di sostegno;
  • rappresentante in caso di malattia che comporta incapacità di intendere e volere per le decisioni in materia di salute;
  • fiduciario in caso di morte per quanto riguarda la donazione degli organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie.

 

Il contratto può essere redatto nella forma della scrittura privata autenticata da un avvocato. Il ruolo dell’avvocato non è soltanto quello di autenticare le firme e attestare la conformità dell’accordo alle norme imperative e all’ordine pubblico, ma quello di indirizzare la coppia nella redazione di uno strumento che li aiuti a regolare i rispettivi rapporti economici, sottoponendo a regole prefissate la soluzione degli eventuali problemi che potrebbero insorgere durante il ménage.

Scaricare il PDF per visualizzare la certificazione dell’Ufficiale dell’Anagrafe del Comune di Milano relativamente ad un Contratto di Convivenza recentemente depositato.