Decreto fiscale: pro e contro delle nuove norme

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Confindustria ha analizzato il testo del decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017, a seguito delle modifiche apportate nel corso dell’iter di conversione in legge. Se è positivo il giudizio sulla norma che uniforma i termini di integrazione delle dichiarazioni a favore o a sfavore del contribuente entro il termine di decadenza dell’accertamento, Confindustria valuta come non del tutto migliorativi gli interventi in materia di definizione agevolata dei carichi affidati agli agenti della riscossione. Quali sono pro e i contro del decreto fiscale?

Termini uniformati per integrare la dichiarazione a favore o a sfavore del contribuente. È questa una delle novità di maggiore interesse contenute nel D.L. n. 193/2016, accolta positivamente anche da Confindustria. Secondo Confindustria, infatti, l’intervento recato dall’art. 5 del decreto fiscale consente di superare le criticità che sono emerse dal tenore letterale delle previsioni contenute nell’art. 2, commi 8 e 8-bis e nell’art. 8, D.P.R. n. 322/1998.
decreto fiscale