Definizione agevolata dei processi verbali di constatazione

Contenzioso tributario

Il contribuente può definire il contenuto integrale dei PVC consegnati entro la data di entrata in vigore del decreto, presentando la dichiarazione di regolarizzazione delle violazioni contestate in materia di:

  • imposte sui redditi e relative addizionali;
  • imposte sostitutive delle imposte sui redditi;
  • ritenute;
  • contributi previdenziali;
  • IRAP;
  • IVA;
  • IVIE e IVAFE.La definizione si realizza mediante la presentazione, entro il 31 maggio 2019, della dichiarazione di regolarizzazione per i periodi d’imposta per i quali non sono scaduti i termini dell’accertamento e il versamento delle imposte relative alle violazioni contestate per ciascun periodo d’imposta, senza sanzioni ed interessi, in un’unica soluzione o in massimo 20 rate trimestrali di pari importo. Sull’importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi già previsti in caso di pagamento rateale a seguito di accertamento con adesione.

Non sono definibili i PVC per i quali alla data di entrata in vigore del decreto sia stato notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio.