Distribuzione prioritaria di utili: necessaria la delibera assembleare della partecipata estera

Consulenza tributaria e tax compliance

L’Agenzia delle entrate, con Risoluzione n. 144/E/2017, ha chiarito che l’ordine di distribuzione di utili erogati da società estere intermedie, ove formatisi anche con utili provenienti da società localizzate in Stati o territori a fiscalità privilegiata, dev’essere documentato mediante l’adozione di un’apposita delibera assembleare della partecipata estera, soggetto erogante.

Nel dettaglio, nel caso di distribuzione da parte di una controllata white list di riserve di utili che risultano formate anche da quelli provenienti da una sua stabile organizzazione localizzata in uno Stato black list, occorre procedere con la ricostruzione analitica degli utili erogati al fine di verificarne la provenienza ed individuarne il regime di tassazione.

 

Rif. Agenzia delle entrate, Risoluzione del 22 novembre 2017, n. 144/E