e-fattura: scattano le sanzioni

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

L’emissione della fattura elettronica dal 19 febbraio 2019 fa scattare in capo ai soggetti passivi l’obbligo di corrispondere le sanzioni per omesso versamento IVA e/o per errori commessi nella documentazione e registrazione degli imponibili IVA. Nel caso in cui, con riferimento ad operazioni effettuate nel mese di gennaio 2019, sia stata emessa regolare fattura entro il 18 febbraio, la relativa imposta deve aver concorso nella liquidazione IVA di gennaio, anche se - in data successiva al 18 febbraio - la fattura sia stata scartata. Se la fattura viene riemessa entro 5 giorni dal ricevimento della ricevuta di scarto non si applicherà alcuna sanzione; se, al contrario, viene emessa dopo 5 giorni ma entro il termine per effettuare la seconda liquidazione IVA, la sanzione si riduce dell’80%.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.