Fornitura di energia elettrica a ONLUS che gestiscono RSA: l’IVA si applica con aliquota ordinaria

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

L’Agenzia delle entrate, con la risoluzione del 19 gennaio 2017, n. 8/E, ha precisato che ai contratti di fornitura di energia elettrica stipulati con delle fondazioni ONLUS che gestiscono residenze sanitarie assistenziali (“RSA”) si applica l’aliquota IVA ordinaria.

Infatti, l’uso domestico, condizione necessaria per poter beneficiare dell’aliquota IVA ridotta del 10%, non si considera soddisfatto nel caso di strutture che, sebbene caratterizzate dal requisito della residenzialità, svolgono un’attività che prevede la corresponsione di corrispettivi rilevanti ai fini del tributo. A fondamento di tali chiarimenti, l’Agenzia ha posto la differente qualificazione dell’attività svolta dalle ONLUS ai fini IRES e ai fini IVA e il “principio di interpretazione restrittiva” delle norme contenute nella Direttiva IVA comunitaria che regolano regimi agevolativi o di esenzione, sancito dalla costante giurisprudenza della Corte di Giustizia.


La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati della rivista L'IVA, per maggiori informazioni clicca
 qui.