Il definitivo prevale sul preliminare salvo espresso accordo tra le parti

Contenzioso

Con la sentenza n. 2054/2017, la Corte di Cassazione ha stabilito che qualora vi sia discordanza tra quanto convenuto in un contratto preliminare di compravendita e quanto indicato nel contratto definitivo, saranno le pattuizioni contenute in quest’ultimo a prevalere, a meno che i contraenti non manifestino espressamente la volontà di far salve talune clausole del preliminare. La presunzione di conformità del definitivo rispetto al preliminare, infatti, può essere vinta soltanto con la prova – risultante da atto scritto nel caso in cui il contratto abbia ad oggetto beni immobili - di un accordo posto in essere dalle stesse parti contemporaneamente alla stipula del definitivo da cui risulti che altri obblighi o prestazioni, contenute nel preliminare, sopravvivono.

 

Rif.: Corte di Cassazione, sentenza 30 agosto 2017, n. 20541