Imprese della moda: previsto un credito d’imposta per le rimanenze finali di magazzino

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di conversione del decreto Rilancio prevede il riconoscimento di un credito d’imposta a favore delle imprese operanti nel settore tessile, della moda e degli accessori nella misura del 30% da applicarsi sull’eccedenza delle rimanenze finali di magazzino del 2020 rispetto alla media del triennio precedente. La misura, finalizzata a contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure introdotte per fronteggiare la diffusione dell’emergenza sanitaria da Covid-19, può essere utilizzata esclusivamente in compensazione nel modello F24 nell’anno successivo al 2020. Quali requisiti sono richiesti per accedere al beneficio?


La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.