La fine del “dogma” dell’infalcidiabilità del credito IVA

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Il tema della falcidiabilità del credito IVA è stato oggetto di lungo dibattito dottrinale e giurisprudenziale.Se la posizione della dottrina si è dimostrata maggiormente aperta verso la possibilità di falcidia, la giurisprudenza (specie) di legittimità ha manifestato una costante chiusura a soluzioni che prevedano un pagamento parziale del credito IVA. Di recente, tuttavia, la Corte di Giustizia ha statuito, nella causa C-546/14 del 2016, la compatibilità con il diritto comunitario della normativa italiana sul concordato preventivo che ammette la soddisfazione anche solo parziale del credito IVA. In questo quadro si inserisce la proposta di modifica del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili alla disciplina sulla transazione fiscale, volta a consentire anche nell’ambito di tale istituto la disponibilità parziale del credito IVA da parte dell’Amministrazione finanziaria.

La lettura dell'intero articolo è riservata agli Abbonati de l' IPSOA. Per ulteriori informazioni consulta Corriere Tributario n. 39/2016.