Legittimità della clausola di esclusione del socio inattivo: la massima I.H.20 del Triveneto

 - 

Corporate, Finance e Capital Market

Il 28 settembre 2019 il Comitato Interregionale dei Consigli Notarili delle tre Venezie ha riportato all’attenzione degli interpreti il tema dell’esclusione del socio di S.r.l. presentando la massima I.H.20, che sancisce la legittimità di una clausola statutaria che preveda quale causa di esclusione del socio ex art. 2473-bis c.c. la mancata partecipazione, per un periodo di tempo significativo, all’attività assembleare. La predetta causa di esclusione può essere introdotta nello statuto, successivamente alla costituzione della società, con le maggioranze richieste per le modificazioni statutarie e può riferirsi esclusivamente a comportamenti del socio successivi alla data di introduzione della clausola stessa.

L’intervento dei notai fornisce un supporto pratico agli operatori del settore che non di rado si trovano a dover tutelare gli interessi della società che incappi in un socio che per qualche ragione si rende irreperibile e/o non partecipa all’attività assembleare, con effetti pregiudizievoli per la società stessa. Ciò accade quando ad esempio il socio detenga una partecipazione di maggioranza o sia titolare di diritti di veto su determinate decisioni di rilevanza strategica per il funzionamento della società.

Eppure, nella massima de qua, i notai non fanno alcuna menzione all’entità di capitale sociale che il socio assenteista deve detenere perché la sua mancata partecipazione all’assemblea diventi una giusta causa di esclusione. In altre parole, ai fini della validità della clausola, non sembrerebbe richiesto che il disinteresse del socio arrechi un pregiudizio allo svolgimento dell’attività sociale. Ciò genera non poche perplessità, in quanto potrebbe verificarsi che sia escluso un socio titolare di una partecipazione non rilevante ai fini dell’adozione delle delibere assembleare. In un caso siffatto, l’esclusione non sarebbe una sanzione troppo severa?


L'articolo completo è disponibile sul quotidiano giuridico di Wolters Kluwer, per maggiori informazioni clicca qui