Legittimità della clausola di riscattabilità delle azioni del socio inattivo: la massima I.H.29 del Triveneto

 - 

Corporate, Finance e Capital Market

Il 28 settembre 2019 il Comitato Interregionale dei Consigli Notarili delle Tre Venezie ha riportato all’attenzione degli interpreti il tema dell’esclusione del socio a causa della mancata partecipazione, per un periodo di tempo significativo, all’attività assembleare.

Se nelle s.r.l. l’estromissione del socio assenteista può realizzarsi mediante un’apposita clausola di esclusione (si veda la massima I.H.20), nelle s.p.a. i Notai del Triveneto individuano, con la massima H.I.29 oggetto del presente contributo, quale strumento idoneo al conseguimento del medesimo obiettivo le azioni riscattabili, istituto introdotto dalla riforma del diritto societario ma già diffuso nella prassi prima della stessa riforma.

Tale orientamento costituisce un valido supporto per gli operatori, che vale a tutelare gli interessi di quelle società per azioni caratterizzate da un costante assenteismo dei soci, volontario o involontario, che possa recare un pregiudizio alle medesime società.

L’orientamento in esame è ancor più dirompente, se si considera il tipo sociale di riferimento. La massima in esame affronta infatti il tema dell’assenteismo assembleare in un contesto, quello delle s.p.a., nell’ambito del quale non vi è la facoltà, concessa dalla disciplina delle s.r.l., di prevedere l’esclusione del socio per giusta causa.

Alla luce dell’orientamento in commento, nelle s.p.a. sarà dunque possibile utilizzare lo strumento delle azioni riscattabili, la cui disciplina è stabilita dall’articolo 2437-sexies c.c., per giungere all’estromissione dell’azionista assenteista. Il riscatto azionario assume, in tal caso, i connotati di un surrogato dell’esclusione, altrimenti impedita nelle s.p.a., risolvendosi tale meccanismo in un sostanziale “esproprio” della partecipazione azionaria del socio assenteista.

 L'articolo completo è disponibile sul Il quotidiano giuridico di Wolters Kluwer, per maggiori informazioni clicca qui.