Niente Iva anche senza «partita»

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

La mancata indicazione del numero identificativo Iva attribuito dallo Stato di destinazione non pregiudica la non imponibilità. Così ha concluso la Corte Ue, sentenza C-24/15 di ieri , intervenendo nuovamente sul tema della rilevanza formale o sostanziale del numero di partita Iva. La vicenda Il caso riguardava un imprenditore tedesco che aveva inviato in Spagna un veicolo acquistato in Germania per finalità della sua impresa. Questa operazione, dichiarata come una cessione intracomunitaria, era stata contestata dall’amministrazione finanziaria. 

Ilsole24Ore