Note di credito IVA in attesa di restyling

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Detrazione IVA a rischio a seguito di procedure esecutive; è quanto emerge dai recenti chiarimenti resi dall’Agenzia delle entrate nella risposta all’istanza di interpello n. 55 del 14 febbraio 2019, in linea con quanto precisato nella precedente risposta n. 113 del 18 dicembre 2018.

Secondo quanto chiarito dall’Agenzia, infatti, la mancata emissione della nota di credito nei termini mette a rischio il diritto alla detrazione dell’IVA anche nel caso di procedura concorsuale o esecutiva. Per evitare tali effetti si deve quindi conoscere la data che, secondo l’Erario, attesta l’infruttuosità della procedura. Data che, stante l’attuale formulazione dell’articolo 26, comma 2, del DPR n. 633/1972, viene identificata con la conclusione delle procedure, ponendo così la norma nazionale non solo in contrasto con la norma comunitaria, in particolare con il principio di neutralità e con quello della proporzionalità, ma anche con le conclusioni a cui, in più occasioni, è pervenuta la Corte di Giustizia UE.


La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati della rivista Il fisco, per maggiori informazioni clicca qui.