Peer to peer lending: sui proventi da finanziamento ritenuta del 26%

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Ritenuta secca del 26% per i proventi derivanti da attività di finanziamento, svolte attraverso piattaforme online. Così la legge di Bilancio 2018 cerca di dare una spinta allo sviluppo del mercato “alternativo” dei finanziamenti rispetto al canale tradizionale dominato dagli istituti bancari. Intervenendo, in materia di finanziamenti erogati mediante il ricorso a piattaforme web, “piattaforme di peer to peer lending” (il cui sviluppo risulta ancora quantitativamente poco significativo), il legislatore - dopo aver ricondotto i proventi derivanti da tali operazioni nella categoria dei redditi di capitale - ne determina il regime impositivo. Un viatico per lo sviluppo del settore?

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.