Prelazione nelle società a partecipazione pubblica: la massima n. 68 del Consiglio notarile di Firenze

 - 

Corporate, Finance e Capital Market

Nel corso del Convegno tenutosi a Firenze il 2 marzo 2018, il Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Firenze, Pistoia e Prato si è interrogato circa la validità di una clausola di prelazione che sia contenuta nello statuto di una società a partecipazione pubblica.

In particolare, il Consiglio Notarile ha affermato che “negli statuti di società a partecipazione pubblica è legittima la previsione di una clausola di prelazione che preveda che, in caso trasferimento di partecipazioni mediante procedure ad evidenza pubblica, il diritto di prelazione possa essere esercitato al prezzo della proposta di aggiudicazione e che l’aggiudicazione venga effettuata all’esito dell’esercizio del diritto di prelazione o dell’inutile decorso del termine per il relativo esercizio”.

Tale circostanza offre lo spunto per riflettere, seppur brevemente ed in via preliminare all’analisi della questione affrontata dai Notai, su taluni aspetti peculiari delle Società a partecipazione pubblica. Sul punto, il legislatore è intervenuto più volte con disposizioni disseminate in diversi contesti normativi, il che rende non agevole delineare un quadro unitario della materia, che risulta disorganica e frammentata (M. Nicolai, Regole organizzative e autonomia statutaria nella recente legislazione sulle società a partecipazione pubblica, Giur. comm., fasc.1, 2012, pag. 90).

Da ultimo, il 23 settembre 2016 è entrato in vigore il D. Lgs. 19 agosto 2016 n. 175, contenente il Testo Unico in materia di società a partecipazione pubblica (il “Testo Unico”), che aspira a raccogliere e coordinare la precedente cospicua e frastagliata disciplina legislativa relativa alle società a partecipazione pubblica, nonché di fornirne una chiara definizione (J. Bercelli, Le società a partecipazione pubblica. La centralità degli atti deliberativi e la loro sindacabilità nell'attuazione del Testo Unico Procedimento e servizi pubblici nel diritto amministrativo in trasformazione, Editoriale Scientifica Italiana, 2017, pp. 213-244).


La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati de Il Quotidiano Giuridico, per maggiori informazioni clicca qui.