Rivalutazione più conveniente per i beni d’impresa

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di Bilancio del 2020 riapre ancora una volta i termini per la rideterminazione del valore di quote e terreni da parte delle persone fisiche e quelli per la rivalutazione dei beni d’impresa, rimodulando, però, la misura delle imposte sostitutive. Con riferimento alla rivalutazione delle partecipazioni e dei terreni si prevede l’applicazione dell’aliquota unica dell’11% sia con riguardo alle partecipazioni qualificate e non, sia per i terreni. Relativamente alla rivalutazione dei beni d’impresa, la legge di Bilancio rimodula al ribasso le aliquote per l’affrancamento dei valori dei beni, prevedendo il 12% per quelli ammortizzabili e il 10% per quelli non ammortizzabili.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.