Legittimità della clausola di esclusione del socio inattivo: la massima I.H.20 del Triveneto

18/10/2019 -  Cristina Cengia, Maria Paola Murdolo

Corporate, Finance e Capital Market

Il 28 settembre 2019 il Comitato Interregionale dei Consigli Notarili delle tre Venezie ha riportato all’attenzione degli interpreti il tema dell’esclusione del socio di S.r.l. presentando la massima I.H.20, che sancisce la legittimità di una clausola statutaria che preveda quale causa di esclusione del socio ex art. 2473-bis c.c. la mancata partecipazione, per un periodo di tempo significativo, all’attività assembleare. La predetta causa di esclusione può essere introdotta nello statuto, successivamente alla costituzione della società, con le maggioranze richieste per le modificazioni statutarie e può riferirsi esclusivamente a comportame...

Il licenziamento è legittimo anche se la condotta contestata è estranea e antecedente all'assunzione

10/10/2019 -  Alessandra Boati

Diritto del lavoro

In tema di licenziamento per giusta causa, il vincolo fiduciario può essere leso anche da una condotta estranea all'obbligazione contrattuale, benché non attinente alla vita privata del lavoratore e posta in essere precedente all'instaurazione del rapporto di lavoro, a condizione che, in tale secondo caso, si tratti di comportamenti di cui il datore di lavoro è venuto a conoscenza solo dopo l'instaurazione del rapporto di lavoro, non compatibili con il grado di affidamento richiesto dalle mansioni assegnate e dal ruolo rivestito dal dipendente nell'organizzazione aziendale. La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati de Il Giuslavorista - Giu...

Note credito IVA e procedure concorsuali infruttuose: tra esigenze di tutela e rapporti tra ordinamento eurounitario e domestico

09/10/2019 -  Roberta De Pirro, Alberto Gatto

Consulenza tributaria e tax compliance

La sentenza dei giudici della Commissione tributaria provinciale di Vicenza offre lo spunto per esaminare da una diversa angolazione un tema già oggetto di ampio dibattito, anche su questa Rivista, riguardante l’art. 26, c. 2, del D.P.R. n. 633/1972: L’interprete è, infatti, chiamato nuovamente a confrontarsi con la questione relativa all’identificazione del dies a quo per l’emissione di note di credito Iva in presenza di procedure concorsuali, dovendo questa volta valutare la possibilità della diretta applicazione nell’ambito dell’ordinamento domestico dell’assunto della sentenza C-246/16, della Corte di Giustizia dell’Uni...

Responsabilità solidale tributaria ed estensione del giudicato favorevole: profili procedurali

08/10/2019 -  Alberto Gatto, Davide Rossetti

Consulenza tributaria e tax compliance

Nell’ambito dell’imposta di registro in più casi il legislatore pone l’obbligo di pagamento in capo a più soggetti in via solidale. L’autonomia sul piano sostanziale dei rapporti intercorrenti tra i singoli coobbligati e l’Agenzia delle entrate si riverbera su quello processuale nell’inesistenza di un obbligo di instaurare un processo unico, cui debbano partecipare tutti i coobbligati e l’Amministrazione finanziaria, potendo così generare situazioni tra loro logicamente incompatibili. Il presente contributo ha ad oggetto uno degli istituti finalizzati ad uniformare la situazione dei coobbligati solidali: la possibilità per...

PROVA DEL TRASFERIMENTO DEI BENI NELLE CESSIONI INTRA-UE

08/10/2019 -  Davide Rossetti, Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il Regolamento di esecuzione del 4 dicembre 2018, n. 2018/1912/UE introduce, a decorrere dal 1° gennaio 2020, l’elencazione delle prove che nell’ambito di una cessione intracomunitaria il cedente deve fornire per dimostrare l’effettivo trasferimento di beni da uno Stato membro a un altro, al fine di poter beneficiare del regime di non imponibilità IVA. Viene in questo modo colmato il vuoto legislativo unionale e domestico che la Corte di Giustizia e la prassi dell’Amministrazione finanziaria nazionale hanno cercato nel corso degli anni di arginare, spesso con indicazioni non chiare e interpretazioni comunque a garanzia delle ragioni erariali. La questione h...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni