Skype e videoconferenze in ambito civile

26/02/2020 -  Laura Catania

Sempre più spesso ragioni di economia processuale, sia con riferimento alla celerità dello svolgimento delle udienze, sia con riferimento ai costi di spostamento delle parti, suggeriscon...

Leggi di più

Crisi d’impresa: novità in arrivo per nano imprese e per gli obblighi di segnalazione

14/02/2020 -  Angelo Sica, Fabrizio Garofoli

La proroga al 15 febbraio 2021, per le nano imprese, degli obblighi di segnalazione da parte degli organi di controllo interno alle società, ove nominati, o da parte dei creditori pubblici q...

Leggi di più

Call off stock: condizioni di accesso al regime

28/02/2020 -  Roberta De Pirro, Davide Rossetti

La Direttiva 2018/1910/UE del 4 dicembre 2018, mediante l’introduzione del nuovo articolo 17-bis nella Direttiva 2006/112/CE, regola ai fini IVA il funzionamento del contratto di call off stock,...

Leggi di più

Dichiarazioni d’intento con nuove regole dal 2 marzo

28/02/2020 -  Roberta De Pirro

Dal 2 marzo 2020 l’Agenzia delle Entrate rende disponibili a ciascun fornitore, nel Cassetto fiscale, le informazioni relative alle dichiarazioni d’intento trasmesse dagli esportatori abit...

Leggi di più

Patent box “fai da te”: esercizio coordinato per le opzioni PB e OD

24/02/2020 -  Susanna Scapigliati, Arianna Borriello

Nel ripercorrere il rapporto tra le modalità di esercizio dell’opzione patent box e l’esercizio dell’opzione per il regime di autoliquidazione (OD), l’Agenzia delle Entr...

Leggi di più

Dichiarazioni d’intento: pubblicato il provvedimento

28/02/2020

Consulenza tributaria e tax compliance

Dichiarazioni d’intento disponibili dal 2 marzo 2020 nel Cassetto fiscale del fornitore indicato dagli esportatori abituali nelle dichiarazioni stesse trasmesse dall’Agenzia delle entrate. È quanto dispone il Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate Prot. n. 96911/2020 del 27 febbraio 2020, rendendo operative le modifiche apportate alla disciplina relativa alle dichiarazioni d’intento dal DL n. 34/2019. Con il medesimo Provvedimento viene approvato anche il modello delle dichiarazioni d’intento da utilizzare dal prossimo 2 marzo. Leggi tutti i dettagli cliccando qui.

Dichiarazioni d’intento con nuove regole dal 2 marzo

28/02/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 2 marzo 2020 l’Agenzia delle Entrate rende disponibili a ciascun fornitore, nel Cassetto fiscale, le informazioni relative alle dichiarazioni d’intento trasmesse dagli esportatori abituali per via telematica all’Agenzia stessa, al fine di consentire a questi ultimi di avvalersi della facoltà di effettuare acquisti senza applicazione dell'imposta. Lo prevede il provvedimento del 27 febbraio 2020 con cui l’Agenzia fornisce (finalmente) le indicazioni operative legate alle modifiche apportate dal decreto Crescita alla disciplina delle dichiarazioni d’intento. Via libera anche al nuovo modello di lettera d’intento, da utilizzare dal 2 marzo. La let...

Call off stock: condizioni di accesso al regime

28/02/2020 -  Roberta De Pirro, Davide Rossetti

Consulenza tributaria e tax compliance

La Direttiva 2018/1910/UE del 4 dicembre 2018, mediante l’introduzione del nuovo articolo 17-bis nella Direttiva 2006/112/CE, regola ai fini IVA il funzionamento del contratto di call off stock, che permette ad un soggetto passivo stabilito in uno Stato membro di poter trasferire beni in un deposito sito in altro Stato membro senza dover ivi disporre di un numero di identificazione IVA. Tale facoltà, che rappresenta una significativa semplificazione nell’ambito del commercio internazionale, viene concessa a condizione tra l’altro che, alla data del trasferimento dei beni, l’acquirente sia già noto al fornitore e che i beni vengano prelevati dal deposito ...

Skype e videoconferenze in ambito civile

26/02/2020 -  Laura Catania

Diritto di famiglia

Sempre più spesso ragioni di economia processuale, sia con riferimento alla celerità dello svolgimento delle udienze, sia con riferimento ai costi di spostamento delle parti, suggeriscono di adottare le nuove tecnologie nelle aule di giustizia. Gli Autori, richiamando la normativa comunitaria e nazionale a disposizione, nonché le prassi delle Corti di merito più recenti, si soffermano ad analizzare la possibilità di utilizzare Skype e i mezzi di videoconferenza per i procedimenti civili, suggerendo, de iure condendo, un modello che, da un lato, corrisponda a un’interpretazione costituzionalmente orientata delle norme e, dall’altro, sia realmente...

Emergenza coronavirus: subito udienze in videoconferenza

26/02/2020 -  Laura Catania

AMBITO LEGALE

Alla contingenza coronavirus risponde con illuminata prontezza e particolare senso pratico il Dr. Alberto Rizzo, Presidente del Tribunale di Vicenza, che con provvedimento del 24 febbraio 2020 (Prot. 24/2/2020.0001726.U) ha disposto di valorizzare nell’ambito dei procedimenti civili di cognizione ordinaria, lavoro e locazione, la partecipazione all’udienza attraverso collegamenti di videochiamata. Al fine di dettare le disposizioni in materia di videoconferenza nell’ambito dei procedimenti civili per i legali coinvolti in giudizi avanti al Foro di Vicenza, il Presidente, Dr. Rizzo, con decreto Prot. 24/2/2020.0001728.U ha stabilito, elencandole, le modalit&a...

Patent box “fai da te”: esercizio coordinato per le opzioni PB e OD

24/02/2020 -  Susanna Scapigliati, Arianna Borriello

Transfer pricing e valutazioni d’azienda

Nel ripercorrere il rapporto tra le modalità di esercizio dell’opzione patent box e l’esercizio dell’opzione per il regime di autoliquidazione (OD), l’Agenzia delle Entrate distingue le due opzioni (sia sotto il profilo temporale sia sotto quello concettuale), prevedendo una durata quinquennale di validità per la prima e un esercizio annuale per la seconda. Le due opzioni, entrambe irrevocabili e rinnovabili, costituiscono l’una la conditio sine qua per non esercitare l’altra e devono essere esercitate in modo coordinato per evitare disallineamenti applicativi. Tuttavia, la natura di presupposto necessario da attribuire all’opzione PB p...

Nomina dei revisori differita: quali effetti per le società

15/02/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Differita ad aprile la nomina degli organi di controllo per le Srl. È quanto si legge nell’emendamento approvato dalle Commissioni Bilancio e Affari istituzionali della Camera al disegno di legge di conversione del decreto Milleproroghe. Per effetto delle modifiche le Srl sono tenute alla nomina degli organi di controllo entro il termine di approvazione del bilancio d’esercizio 2019. Detto differimento di un anno (dal 2019 al 2020) pone però una questione: il biennio da considerare per il superamento dei nuovi parametri indicati dall’articolo 2477 del codice civile resta il 2017 – 2018 o si modifica nel 2018 – 2019? La lettura integrale dell'artic...

Ritenute negli appalti: come calcolare la soglia di 200.000 euro

14/02/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Nella circolare n. 1/E/2020 sulle ritenute fiscali negli appalti, l’Agenzia delle Entrate ha indicato come quantificare correttamente la soglia di 200.000 euro, al superamento della quale scattano gli obblighi comunicativi previsti dal decreto fiscale 2020. L’arco temporale va riferito all’anno solare (1° gennaio - 31 dicembre). Inoltre, occorre fare riferimento ai mesi e non ai singoli giorni; pertanto, in presenza di contratti o modifiche contrattuali stipulati dopo il 15 del mese, si deve fare riferimento al mese successivo, sia per il calcolo dei mesi, sia per la decorrenza degli obblighi. Per il computo della soglia occorre considerare tutti i contratti in essere n...

Crisi d’impresa: novità in arrivo per nano imprese e per gli obblighi di segnalazione

14/02/2020 -  Angelo Sica, Fabrizio Garofoli

Crisi d'impresa

La proroga al 15 febbraio 2021, per le nano imprese, degli obblighi di segnalazione da parte degli organi di controllo interno alle società, ove nominati, o da parte dei creditori pubblici qualificati, è una delle principali novità del decreto che prevede disposizioni integrative e correttive al Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, approvato in via preliminare dal Consiglio dei Ministri del 13 febbraio 2020. Ma non solo, il provvedimento ha modificato anche i limiti per l’obbligo di segnalazione da parte dell’Agenzia delle Entrate in caso di esposizione debitoria di importo rilevante ed i criteri di nomina dei tre esperti costituenti...

Procure e deleghe telematiche: servizio attivo dal 1° marzo in via sperimentale

12/02/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il nuovo servizio “Procure e deleghe telematiche” sarà attivo da marzo in via sperimentale per i commercialisti. In occasione della videoconferenza organizzata da CNDCEC e Agenzia delle Entrate, è stato presentato il servizio che permetterà ai commercialisti di interagire con gli uffici locali dell’Agenzia senza dover presentare una apposita delega in formato cartaceo. Allo stato attuale il servizio telematico permette la gestione, tra gli altri, della presentazione e trattazione di istanze di autotutela, del controllo formale delle dichiarazioni e del deposito di documentazione per l’ottenimento di rimborsi. La lettura integrale dell'articolo &e...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni