Servizio di ricerca in materia di investimenti: non sempre esente dall’IVA

Consulenza tributaria e tax compliance

Il servizio di ricerca in materia di investimenti non è sempre esente dall’applicazione dell’IVA. Questo è quanto emerge dall’analisi della risoluzione n. 61/E dell’8 agosto 2018 dell’Agenzia delle Entrate. Nel caso in cui il servizio sia fornito dai negoziatori ai soggetti intermediari che si occupano dello svolgimento del servizio di gestione individuale di portafogli, non è possibile beneficiare del regime di esenzione di cui all’art. 10 del decreto IVA, con conseguente applicazione dell’aliquota IVA ordinaria.

 

Rif. Agenzia delle entrate, Risoluzione 8 agosto 2018, n. 61/E