Split payment: individuati i soggetti che devono applicarlo

Consulenza tributaria e tax compliance

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) ha emanato il DM del 13 luglio 2017 – ad oggi in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale – con il quale sono state individuate le Pubbliche Amministrazione (PA) tenute ad applicare il meccanismo dello split payment.

Tale decreto sostituisce il DM del 27 giugno 2017 e prevede che l’elenco delle PA soggette a split payment coincida con quello delle PA che applicano le norme in materia di fatturazione elettronica obbligatoria, ai sensi dell’art.1, commi da 209 a 214, della Legge n. 244/2009.

Inoltre il MEF ha provveduto alla pubblicazione di nuovi elenchi delle società controllate da Pubbliche Amministrazioni centrali e locali, nonché delle società quotate incluse nell’indice FTSE MIB, anche per tenere conto delle segnalazioni dei contribuenti.

www.finanze.it/opencms/it/fiscalita-nazionale/Manovra-di-Bilancio-2017/Scissione-dei-Pagamenti-d.l.-n.-50_2017-Nuovi-elenchi/


Mediante l’inserimento di una clausola di salvaguardia è stato infine disposto che, sono fatti salvi i comportamenti adottati dai contribuenti dal 1° luglio 2017 e fino alla data di pubblicazione del DM del 13 luglio 2017 sulla Gazzetta Ufficiale, nell’identificazione delle PA tenute ad applicare il meccanismo dello split payment.

Il presente alert è ad integrazione di quello inviato lo scorso 3 luglio 2017

  

Rif. Ministero dell’Economia e delle Finanze, Decreto Ministeriale del 13 luglio 2017