Voluntary bis preclusa per chi ha già aderito: è una sanzione impropria?

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Il decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017 prevede una nuova possibilità, per i contribuenti, di avvalersi della procedura di voluntary disclosure, che consente di sanare le violazioni commesse fino al 30 settembre 2016. La procedura, tuttavia, può essere attivata soltanto dai soggetti che non hanno presentato l’istanza per aderire alla prima edizione della voluntary disclosure nel corso del 2015. Tale preclusione è compatibile con il principio costituzionale di uguaglianza? Può assumere la qualificazione di “sanzione impropria”? In proposito è auspicabile un intervento da parte del legislatore o dell’Agenzia delle Entrate.

La lettura dell'intero articolo è riservata agli Abbonati del Quotidiano Ipsoa.