Base ACE: da “fissa” diventa “mobile”

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 2017 la base di calcolo per gli incrementi patrimoniali non è più “fissa” ma diventa “mobile”: in altri termini, la deduzione ACE è determinata non più sulla base del patrimonio esistente alla data del 31 dicembre 2010 ma su quello esistente alla chiusura del quinto esercizio precedente. Si tratta di un intervento significativo apportato alla disciplina ACE dall’art. 7 del D.L. 24 aprile 2017, n. 50 (c.d. Manovra correttiva).

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati di MySolution, per maggiori informazioni clicca qui.

ACE