Concorso nel reato tributario del consulente fiscale

 - 

Diritto penale dell’economia e dell’impresa

La Corte di Cassazione, sezione IV penale, con sentenza del 16 dicembre 2020 (dep. 15 aprile 2021), n. 14202 è tornata ad affrontare il delicato tema del concorso del consulente fiscale nel reato posto in essere dal titolare di una società.

La pronuncia in esame costituisce l’occasione per soffermare l’attenzione sui principi di diritto che regolano la materia del concorso del professionista e in particolare sulla necessità per l’Accusa di individuare una reale partecipazione nella forma un contributo consapevole, seriale e ripetitivo del consulente fiscale che può sostanziarsi in un concorso morale o anche solo materiale.

In particolare, al fine di affrontare il tema dell’imputabilità al professionista di reati commessi dall’operatore economico in concorso con lo stesso, occorre analizzare compiutamente la posizione del consulente fiscale in modo da individuare se sussistono elementi chiari e univoci circa una partecipazione attiva dello stesso al reato.


L'articolo è disponibile in forma integrale su IlPenalista.