Trust e imposizioni in uscita: nuovo orientamento e nuove questioni

16/06/2021 -  Francesco Nicolosi

Consulenza tributaria e tax compliance

Con la risposta a interpello 15 febbraio 2021, n. 106 l’Agenzia delle Entrate sembrerebbe aver sancito, superando il proprio precedente orientamento, l’imponibilità delle attribuzioni in trust al momento dell’eventuale devoluzione al beneficiario. Ciò a condizione che si verifichi un effettivo arricchimento di quest’ultimo. Tale conclusione è stata confermata nelle risposte a interpello del 18 maggio 2021, n. 351 e n. 352.Il nuovo orientamento sembra determinare l’allineamento dell’Agenzia delle Entrate rispetto alla posizione maggioritaria della Corte di Cassazione. Tale nuova impostazione è sicuramente maggiormente rispettosa ...

"Oltre la crisi: il pagamento dei tributi mediante cessione di beni culturali"

31/05/2021 -  Davide Rossetti, Giuseppe Violetta

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge 2 agosto 1982, n.512, al fine di rendere la gestione del patrimonio artistico e culturale meno avulsa (1) rispetto al sistema economico e produttivo del Paese, ha previsto per i contribuenti che dispongono di beni di interesse culturale di poter assolvere all'obbligazione tributaria mediante la loro cessione. Nello specifico, è stata introdotta la possibilità per il contribuente - o, meglio, per il soggetto tenuto al pagamento delle imposte (2) - di estinguere i debiti relativi all'imposta di successione (ex art. 6 della leg­ ge n. 512/1982) e alle imposte dirette (ex art. 7 della medesima legge) mediante pagamento in natura, at­traverso la cessione di ben...

Regime fiscale del c.d. “carried interest ”

13/04/2021 -  Francesco Nicolosi

Consulenza tributaria e tax compliance

La qualifica del carried interest come reddito di natura finanziaria soggetto ad imposta sostitutiva del 26%, anziché di lavoro dipendente soggetto ad IRPEF progressiva, favorisce la competitività internazionale dei meccanismi di retribuzione adottati da imprese italiane. Il D.L. 50/2017, sulla scorta delle esperienze di altri Paesi, ha introdotto una presunzione in base alla quale, in presenza di determinati presupposti, i carried interest vengono qualificati ex lege come redditi di natura finanziaria. Laddove tali requisiti non siano integrati, la qualifica finanziaria può comunque essere riconosciuta sulla base di una valutazione caso per caso. Ciò laddove sia ...

An Italian Perspective on Beneficial Ownership And Financial Subholding Companies

15/02/2021 -  Davide Rossetti, Alberto Gatto

Consulenza tributaria e tax compliance

In this article, the authors examine the conditions that determine whether a subholding company involved in a crossborder interest flow is a beneficial owner and consider the implications of a recent Italian Supreme Court judgment on the beneficial ownership standard. Tax authorities are often suspicious when a resident company pays interest to its parent company, especially if the parent is a foreign financial subholding company interposed in a cross-border flow of interest. Indeed, that type of parent company may act as a conduit and enable the cross-border interest flow simply to let another group member benefit from a special tax regime.When the beneficial ownership of a foreign financia...

In arrivo la rivalutazione dei beni d’impresa a costi ridotti

08/08/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Le imprese si possono patrimonializzare mediante una rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni a costi ridotti e ad effetto rapido. E’ quanto prevede il decreto Agosto. Una rivalutazione economica, quindi, dato che il riconoscimento fiscale dei maggiori valori imputati ai fini civilistici passa attraverso il versamento di un’imposta sostitutiva delle imposte sui redditi e dell’IRAP del 3%. Non solo, ma il maggior valore attribuito ai beni e alle partecipazioni si considera riconosciuto, ai fini delle imposte sui redditi e dell’IRAP, a decorrere dall’esercizio successivo a quello con riferimento al quale la rivalutazione è stata eseg...

Rinvio del secondo acconto per soggetti Isa e forfettari, slittamento versamenti fiscali, cash back: le novità per imprese e professionisti

08/08/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Proroga di alcuni versamenti tributari e della riscossione coattiva; rifinanziamento del cash back per i settori della ristorazione, abbigliamento, calzature, mobili ed elettrodomestici; maggiorazione del fondo di dotazione per l’erogazione di contributi statati per l’acquisto di autoveicoli con basse emissioni di Co2; esenzioni IMU per i settori del turismo e dello spettacolo; rinviato al 30 aprile 2021 il secondo acconto per i soggetti Isa e forfettari e nuovi aiuti alle piccole imprese e alle micro imprese. Ed ancora, proroga delle modalità semplificate di svolgimento delle assemblee di società e di altri enti. Sono alcune delle misure previste dal decreto Agosto...

Crediti IVA in sofferenza: il decreto Agosto consente il recupero in tempi rapidi

07/08/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Boccata d’ossigeno per le imprese che vantano crediti IVA in sofferenza. E’ quanto prevede la bozza del decreto Agosto, che verrà approvato dal prossimo Consiglio dei Ministri. Già con riferimento alle procedure concorsuali in corso nel 2020, le imprese che vantano crediti IVA nei confronti di cessionari o committenti assoggettati a procedure concorsuali potranno emettere le note di credito a partire dall’apertura delle stesse, senza doverne attendere l’esito finale. Non solo, ma per i crediti di modesta entità (€ 2.500 e € 5.000 per i contribuenti di rilevante dimensione) l’IVA può essere recuperata dopo sei mesi dalla scad...

Imprese della moda: previsto un credito d’imposta per le rimanenze finali di magazzino

21/07/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di conversione del decreto Rilancio prevede il riconoscimento di un credito d’imposta a favore delle imprese operanti nel settore tessile, della moda e degli accessori nella misura del 30% da applicarsi sull’eccedenza delle rimanenze finali di magazzino del 2020 rispetto alla media del triennio precedente. La misura, finalizzata a contenere gli effetti negativi derivanti dalle misure introdotte per fronteggiare la diffusione dell’emergenza sanitaria da Covid-19, può essere utilizzata esclusivamente in compensazione nel modello F24 nell’anno successivo al 2020. Quali requisiti sono richiesti per accedere al beneficio? La lettura integrale dell'articolo...

Decreto Rilancio: le novità per crediti d’imposta, superbonus 110%, fondo perduto e cassa integrazione

20/07/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale della legge n. 77/2020, di conversione del decreto Rilancio, diventano definitive le modifiche inserite nel corso dell'esame parlamentare. Sono numerosi i bonus introdotti a sostegno di imprese e professionisti: si va dal credito d’imposta per i canoni di locazione di immobili ad uso non abitativo, a quello per la sanificazione degli ambienti di lavoro e per gli operatori del settore tessile, della moda e degli accessori, nonchè per la mancata partecipazione a fiere e manifestazioni commerciali a causa del Covid-19. A queste novità si aggiungono l’ulteriore proroga del termine per effettuare la rivalutazione di quote e terr...

Super ammortamento 2019: valida la consegna dei beni strumentali nuovi entro fine 2020

20/07/2020 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

C’è tempo fino al 31 dicembre 2020 per consegnare i beni materiali strumentali nuovi per fruire del super ammortamento 2019, ma a condizione che entro il 31 dicembre 2019 sia stato pagato il 20% del corrispettivo a titolo di acconto e l’ordine d’acquisto sia stato formalmente accettato. È quanto previsto dal decreto Rilancio, che sposta dal 30 giugno al 31 dicembre 2020 la scadenza prevista dal decreto Crescita per consegnare i beni oggetto di investimento tra il 1° aprile e il 31 dicembre 2019 ai fini della fruizione della maggiorazione figurativa di costo del 30% valida solo ai fini della deduzione IRES delle quote di ammortamento e dei canoni di leasing...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni