Split payment: come emettere le note di variazione

30/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

A decorrere dal 14 luglio 2018, le prestazioni di servizi soggette a ritenuta sono fuori dal perimetro di applicazione dello split payment. Pertanto, le fatture emesse per le prestazioni di servizi di lavoro autonomo devono seguire le regole ordinarie. Ma cosa succede se, a decorrere da tale data, è necessario emettere note di variazione (in aumento o in diminuzione) relative a fatture emesse con il meccanismo della scissione dei pagamenti? Mutuando i chiarimenti resi dall’Agenzia delle Entrate con la circolare n. 15/E/2015, si può concludere che le note di variazione in aumento devono essere emesse seguendo le regole ordinarie, quelle in diminuzione con il meccanismo de...

Spesometro trimestrale: salta la scadenza di settembre 2018

17/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il decreto Dignità ridisegna le scadenze per l’invio dello spesometro 2018: i contribuenti che hanno deciso di inviare lo spesometro con cadenza trimestrale possono inviare i dati relativi alle fatture emesse e ricevute nel terzo trimestre del 2018 entro il 28 febbraio 2019, termine ultimo - questo - anche per l’invio dei dati relativi al quarto trimestre del 2018. Si conclude così, salvo sorprese dell’ultimo minuto, la storia dello spesometro, introdotta nel 2010 e oggetto di modifiche ripetute nel corso degli ultimi due anni. Il ravvicinarsi delle scadenze, le modifiche alle modalità di invio dei dati ed, infine, la soppressione dell’obbligo han...

Iper-ammortamento su beni delocalizzati: si può evitare la recapture?

10/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Recupero dei benefici fiscali relativi all’iperammortamento solo pro-futuro. È quanto emerge dal decreto Dignità, che fa così salve eventuali cessioni e delocalizzazioni effettuate in passato dalle imprese. Pertanto, se le imprese che beneficiano dell’iperammortamento hanno delocalizzato in strutture produttive site all’estero i beni oggetto dell’agevolazione, non sono soggette alla restituzione del beneficio fiscale se la delocalizzazione è avvenuta prima dell’entrata in vigore del decreto Dignità. Esistono alternative percorribili per evitare l’effetto recapture dell’agevolazione concessa per l’iperammortame...

Credito d’imposta R&S con esclusione dei beni immateriali: quali effetti per le imprese

05/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il decreto Dignità dispone che non rientrano nel credito d’imposta ricerca e sviluppo le spese sostenute per l’acquisizione di competenze tecniche e privative industriali derivanti da operazioni tra imprese appartenenti al medesimo gruppo. Si considerano appartenenti al medesimo gruppo le imprese controllate, controllanti o controllate da un unico soggetto. Per calcolare l’agevolazione occorre innanzitutto verificare che sia stato realizzato un volume minimo di investimenti ammissibili, pari almeno ad euro 30.000 e che la spesa complessiva sostenuta ecceda la media degli investimenti realizzati. Quali sono gli impatti per le imprese?La lettura integrale dell'articolo...

Decreto Dignità: un ritorno alle origini per lo split payment

04/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Le prestazioni di servizi soggette alla ritenuta dalla fonte sono fuori dallo split payment. Pertanto, i professionisti, dalla data di entrata in vigore del decreto Dignità, potranno fatturare le loro prestazioni professionali con le ordinarie modalità. È quanto prevede l’art. 11 del decreto Dignità. E così, accogliendo i dubbi e le perplessità palesati da vari organi di categoria, lo split payment ritorna alle origini e trova applicazione solo per le cessioni di beni effettuate nei confronti delle Pubbliche amministrazioni, le società quotate e gli enti e le società controllati da enti pubblici. La lettura integrale dell'articolo...

Iperammortamento: ipotizzato l’accesso ai benefici solo per beni localizzati in Italia

04/07/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

La bozza del decreto dignità vuole mettere un freno alle delocalizzazioni selvagge delle imprese italiane che hanno fruito di contributi pubblici. Interviene, in particolare, sulla fruizione dell’iperammortamento per investimenti in beni materiali strumentali nuovi ad alto contenuto tecnologico, che rientrano nel Piano Industria 4.0, stabilendo che, se nel corso del periodo di fruizione del beneficio, i beni agevolati vengono ceduti a titolo oneroso o sono destinati o trasferiti a strutture produttive situate all’estero, si procede al recupero delle agevolazioni fiscali riconosciute. Quali sono gli altri limiti posti dallo schema di decreto? La lettura integrale dell'arti...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni