Definizione agevolata dei carichi affidati all’agente della riscossione – Rottamazione-ter

Tax litigation

In sede di conversione del DL n. 119/2018 sono state apportate alla c.d. rottamazione -ter delle modifiche relative alle modalità di pagamento delle somme dovute e agli effetti derivanti dalla presentazione dell’istanza per accedere alla stessa.

Per quel che concerne le modalità di pagamento delle somme dovute:

  • viene elevato da 10 a 18 il numero delle rate, in caso si opti per il pagamento rateale;
  • è riformulata la tempistica del versamento: la scadenza del versamento delle prime due rate, pari ciascuna al 10% del totale dovuto, resta confermata al 31 luglio e 30 novembre 2019. Le restanti 16 rate (ognuna pari al 5% del dovuto) devono essere corrisposte ogni trimestre in luogo delle precedenti scadenze semestrali.

Viene disposto che il tardivo versamento delle rate non superiore a 5 giorni rispetto alla scadenza ordinaria non produca la decadenza della rottamazione e non si applichino interessi al ritardato versamento. Tale previsione trova applicazione anche per i versamenti dovuti dai soggetti che hanno aderito alla rottamazione-bis. Infine, viene stabilito che a seguito della presentazione dell’istanza per aderire alla rottamazione-ter è ammesso il rilascio del DURC.