IVA: aumenteranno adempimenti e controlli?

 - 

Tax advisory and tax compliance

Le novità in materia di IVA in arrivo con la legge di Bilancio 2018 vanno in una direzione che non è certo quella della semplificazione fiscale: dall’ulteriore abbassamento, da 5.000 a 2.500 euro, della soglia del credito IVA in presenza del quale occorre apporre in dichiarazione il visto di conformità, all’estensione dello split payment a nuovi settori, fino all’introduzione dell’obbligo della fatturazione elettronica tra privati B2B. Se la finalità è quella di ridurre il gap IVA che l’Italia presenta rispetto agli altri Paesi UE, non si può non rilevare che a fare le spese di queste ulteriori restrizioni saranno i contribuenti. Cosa succederà?

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.