IVA non dovuta: il punto di Assonime

 - 

Tax advisory and tax compliance

Assonime, con la Circolare n. 12 del 31 maggio 2018, commenta le disposizioni introdotte in materia di rimborso dell’IVA non dovuta e detrazione della stessa. Intervenendo in ambito IVA, prima la Legge Europea del 2017 e, a pochi mesi di distanza, la Legge di Bilancio 2018 hanno regolamentato la disciplina da seguire in caso di IVA erroneamente esposta in fattura sia ai fini del rimborso della stessa per il fornitore che di detrazione della medesima per il cessionario/committente. Assonime, con specifico riferimento all’ambito applicativo della previsione che ne ammette la detrazione, rileva che la stessa non dovrebbe trovare applicazione solo con riferimento alle ipotesi di una maggiore IVA indicata in fattura rispetto a quella effettivamente dovuta, ma anche alle ipotesi di operazioni esenti, non imponibili o escluse da IVA ed erroneamente assoggettate al tributo.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati di MySolution, per maggiori informazioni clicca qui.