Nuovo regime di tassazione dei redditi di capitale: le osservazioni di Assonime

29/05/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Assonime, con la Circolare n. 11 del 17 maggio 2018, commenta il nuovo regime di tassazione dei redditi di capitale introdotto dalla Legge di Bilancio per il 2018. Con particolare riferimento all’applicazione dell’imposta sostitutiva del 26% sui dividendi derivanti da partecipazioni qualificate e non qualificate, Assonime rileva che il regime transitorio, secondo il quale nel caso di distribuzione di riserve di utili prodotti fino all’esercizio in corso al 31 dicembre 2017, con delibera dal 1° gennaio 2018 al 31 dicembre 2022, continuano ad applicarsi le previgenti disposizioni, debba trovare applicazione anche per gli utili distribuiti dal 1° gennaio 2018 a se...

Dividendi deliberati nel 2017: quale tassazione applicare

16/04/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Tassazione di utili deliberati nel 2017 e distribuiti nel 2018 con prelievo fiscale incerto. Nel disciplinare il nuovo regime di tassazione dei dividendi percepiti da persone fisiche fuori dal regime d’impresa e che derivano sia da partecipazioni qualificate, sia da partecipazioni non qualificate, la legge di Bilancio 2018 sembra aver dimenticato di indicare come tassare i dividendi che derivano da partecipazioni qualificate deliberati nel 2017 e distribuiti nel 2018: scontano la tassazione del 26% o quella sul 58,14% del loro ammontare con applicazione degli scaglioni IRPEF? La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informaz...

Fringe benefit, spese di trasporto: si allargano le maglie del welfare aziendale

14/03/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Continua la riforma del welfare aziendale: dal 1° gennaio 2018, anche le eventuali spese per il servizio di trasporto pubblico sostenute direttamente dal datore di lavoro o da questi rimborsate ai propri dipendenti non concorrono alla formazione del reddito di lavoro dipendente, in quanto fringe benefits. Inoltre, a completamento, viene riconosciuta una detrazione dal reddito complessivo IRPEF, pari al 19% dell’ammontare delle spese sostenute per l’acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale o interregionale, fino ad un importo annuale non superiore a 250 euro. La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ip...

“Fringe benefits”: allargamento delle maglie per il 2018

26/02/2018 -  Roberta De Pirro, Valentina Cacioni

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di bilancio per l’anno 2018 completa la riforma del cd. welfare aziendale, già avviata con la legge di stabilità 2016, ampliando, con decorrenza dal 1° gennaio 2018, il novero delle somme e dei servizi erogabili dal datore di lavoro come fringe benefits non tassati in capo al dipendente.In particolare, è stata prevista l’esclusione dalla formazione del reddito di lavoro dipendente delle somme erogate o rimborsate alla generalità o a categorie di dipendenti dal datore di lavoro per il servizio di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale, o delle spese direttamente sostenute dal dipendente. Viene, altresì, introdotta la d...

Peer to peer lending: sui proventi da finanziamento ritenuta del 26%

21/02/2018 -  Roberta De Pirro, Valentina Cacioni

Consulenza tributaria e tax compliance

Ritenuta secca del 26% per i proventi derivanti da attività di finanziamento, svolte attraverso piattaforme online. Così la legge di Bilancio 2018 cerca di dare una spinta allo sviluppo del mercato “alternativo” dei finanziamenti rispetto al canale tradizionale dominato dagli istituti bancari. Intervenendo, in materia di finanziamenti erogati mediante il ricorso a piattaforme web, “piattaforme di peer to peer lending” (il cui sviluppo risulta ancora quantitativamente poco significativo), il legislatore - dopo aver ricondotto i proventi derivanti da tali operazioni nella categoria dei redditi di capitale - ne determina il regime impositivo. Un viatico per...

Utili deliberati nel 2017: incertezze sul regime di tassazione

20/02/2018 -  Roberta De Pirro, Valentina Cacioni

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di bilancio per l’anno 2018 uniforma la tassazione dei redditi di capitale derivanti dal possesso di partecipazioni qualificate percepiti da persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa a quella dei redditi derivanti da partecipazioni non qualificate: ritenuta alla fonte pari al 26% per i dividendi percepiti a partire dal 1° gennaio 2018.Viene, altresì, previsto un regime transitorio per la distribuzione delle riserve di utili al fine di non penalizzare i soci con partecipazioni qualificate. Va, però, precisato che il legislatore si limita a confermare il precedente regime impositivo per le sole ipotesi di distri...

Iper-ammortamento dal 2017 se la perizia di stima è consegnata in tale anno

16/02/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Assonime, nella circolare n. 4 del 7 febbraio 2018, ha fornito chiarimenti in materia di iper-ammortamento e nello specifico alla tempistica entro cui l’impresa deve entrare in possesso della perizia di stima. Un’impresa che ha effettuato un investimento in un bene di cui all’allegato A della Legge di Bilancio per il 2017 nel corso del 2017 e nello stesso anno ha interconnesso il bene al sistema aziendale, ha diritto a fruire dell’iper-ammortamento, ma questo di fatto le spetterà nel corso del suddetto periodo d’imposta solo se entro il 31 dicembre dello stesso anno la medesima impresa entra in possesso della perizia. Diversamente, se l’impresa acqu...

Fatturazione elettronica: si può fare di più?

14/02/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 1° gennaio 2019, fatturazione elettronica obbligatoria per tutti: vera opportunità per il contribuente o ennesimo aggravio di costi? Si potrebbe sintetizzare così la previsione dell’obbligo della fatturazione elettronica introdotta dalla legge di Bilancio 2018. Ci si attendeva però, come contraltare, l’introduzione di maggiori e più incisive misure di semplificazione per il contribuente. Così tuttavia non è stato e anche Confindustria, che da sempre ha manifestato il suo interesse verso la fatturazione elettronica, ha messo in evidenza come l’introduzione della e-fattura arriva proprio in un momento di particolare difficolt&...

Imposta di registro: nuove regole senza effetti retroattivi

03/02/2018 -  Roberta De Pirro, Valentina Cacioni

Consulenza tributaria e tax compliance

Imposta di registro e registrazione degli atti: vale il principio del tempus regit actum. L’Agenzia delle Entrate dissipa ogni possibile dubbio sulla natura novativa (e non interpretativa) della nuova formulazione dell’art. 20 TUR, prevista dalla legge di Bilancio 2018, che non ha pertanto valenza retroattiva. Ma vi è di più: l’Agenzia ha precisato anche che la modifica trova applicazione “con riferimento all’attività di liquidazione dell’imposta effettuata dagli Uffici dell’Agenzia a decorrere dal 1° gennaio 2018”. Le nuove regole, quindi, si applicano anche con riferimento ad operazioni di riorganizzazione aziendale p...

Dividendi black list: la maturazione guida la tassazione

26/01/2018 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

La legge di Bilancio 2018 ha modificato la tassazione degli utili che provengono da società partecipate localizzate in Stati o territori aventi un regime fiscale privilegiato - black list. Infatti, con riferimento sia agli utili maturati prima del 2015 e distribuiti nei periodi d’imposta successivi, sia agli utili maturati a decorrere dal 2015, la legge di Bilancio 2018 ha disposto che - al fine di stabilire se tassare gli stessi integralmente o in misura ridotta - è necessario verificare se il Paese di localizzazione della società distributrice si qualifiche come “black list” nel periodo di maturazione dei dividendi. La lettura integrale dell'articolo ...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni