Manovra correttiva: stretta sulle compensazioni orizzontali

21/04/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Al ribasso la soglia dei crediti IRES, IRPEF ed IRAP da certificare per l’utilizzo in compensazione nel modello F24: la Manovra correttiva fissa a 5.000 euro la soglia prevista dalla legge di Stabilità per il 2014, che ha introdotto l’obbligo di richiedere l’apposizione del visto di conformità sulle dichiarazioni dalle quali emerge un credito relativo ad imposte sui redditi, relative addizionali, ritenute d’acconto, imposte sostitutive ed IRAP, superiore a 15.000 euro, che si intende utilizzare in compensazione nel modello F24. La Manovra correttiva 2017 interviene sulla formulazione della legge di Stabilità per l’anno 2014 (legge n. 147/2...

Manovra correttiva, liti pendenti: domanda di definizione entro il 30 settembre

20/04/2017 -  Francesco Naio, Roberta De Pirro

Contenzioso tributario

La Manovra correttiva prevede la possibilità di definire le controversie che rientrano nella giurisdizione tributaria in cui è parte l’Agenzia delle Entrate, mediante il pagamento degli importi contestati con l’atto impugnato e degli interessi da ritardata iscrizione a ruolo, al netto delle sanzioni e degli interessi di mora, a condizione che la domanda di definizione sia presentata entro il 30 settembre 2017. Si chiude così il cerchio della definizione dei rapporti con l’Erario avviata con la rottamazione dei ruoli, prevista dal decreto fiscale collegato alla legge di Bilancio 2017. Con l’introduzione della definizione agevolata delle controver...

Manovra correttiva: compensazioni IVA con soglia a 5.000 euro

19/04/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Scende da 15.000 a 5.000 euro la soglia del credito IVA da certificare per l’utilizzo in compensazione nel modello F24. La misura, prevista dalla Manovra correttiva per combattere l’evasione fiscale, si pone come ulteriore adempimento a carico dei contribuenti, già chiamati ad inviare trimestralmente i dati relativi alle fatture emesse e ricevute e quelli delle liquidazioni periodiche effettuate, oggetto di verifica da parte dell’Agenzia delle Entrate. Perché abbassare la soglia del credito IVA che scaturisce dalla dichiarazione, che deve essere oggetto di verifica prima di poter essere utilizzato in compensazione, se di fatto la dichiarazione IVA è st...

Manovra correttiva: split payment anche per i professionisti

18/04/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Dal 1° luglio 2017 lo split payment trova applicazione anche per le fatture emesse nei confronti della Pubblica Amministrazione da parte dei professionisti. È questa una delle novità di maggiore impatto contenute nella Manovra correttiva. Viene inoltre ampliato il novero dei soggetti nei cui confronti occorre applicare lo split payment, ricomprendendovi le società quotate e quelle controllate dagli enti pubblici. Tali modifiche determinano sicuramente un impatto positivo in termini di gettito; tuttavia, i professionisti che operano in maniera prevalente con la PA, potrebbero trovarsi a fare i conti con problemi di esposizione finanziaria. Estensione doppia dell&rs...

Manovra correttiva: diritto immediato alla detrazione IVA

15/04/2017 -  Roberta De Pirro

Consulenza tributaria e tax compliance

Il diritto alla detrazione IVA da sospeso diventa immediato: potrà essere, infatti, esercitato al più tardi entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui tale diritto è sorto e alle condizioni esistenti al momento della nascita del diritto. Viene così significativamente ridotto il lasso temporale entro il quale il contribuente può esercitare il diritto alla detrazione dell’IVA, fino ad oggi ammesso entro il termine di presentazione della dichiarazione relativa al secondo anno successivo a quello in cui lo stesso è sorto. È quanto previsto dalla Manovra correttiva. Quali conseguenze per i contribuent...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni