L’approvazione del bilancio della società non ratifica gli atti gestori

Corporate, Finance e Capital Market

La Corte di Cassazione - pronuncia n. 21517 del 25 ottobre 2016 - ha affermato che la delibera di approvazione del bilancio, non traducendosi nell'approvazione dei singoli atti gestori, non è configurabile come ratifica tacita degli atti giuridici posti in essere da un soggetto che abbia agito in qualità di rappresentante della società senza averne i poteri.

La funzione del bilancio, ha precisato inoltre la Suprema Corte, consiste nell'informare i soci e i terzi dell'attività svolta dagli amministratori attraverso la rappresentazione contabile dello stato patrimoniale della società e dei risultati economici della gestione, senza alcun effetto di ratifica degli atti di gestione.

 

Rif. Corte di Cassazione Civile, Sez. I, sentenza 25 ottobre 2016, n. 21517