Legge di Bilancio 2017, ACE: beneficio ridotto dal 2017

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

L’agevolazione ACE - Aiuto alla Crescita Economia perde appeal: il disegno di legge di legge di Bilancio per l’anno 2017 individua l’aliquota percentuale per il calcolo del rendimento nozionale del nuovo capitale proprio nella misura del 2,3 per cento per il periodo d’imposta in corso al 31 dicembre 2017. L’aliquota aumenta al 2,7 per cento nel periodo d’imposta successivo. Viene, inoltre, prevista una disposizione anti-elusiva, per evitare che siano agevolate quelle società che utilizzano le somme derivanti dalla ricapitalizzazione per investimenti finanziari in titoli e, dunque, senza reimpiegare i mezzi propri in effettive attività produttive.

Viene, inoltre, prevista una disposizione antielusiva che intende evitare che siano agevolate quelle società che utilizzano le somme derivanti dalla ricapitalizzazione per investimenti finanziari in titoli e, dunque, senza reimpiegare i mezzi propri in effettive attività produttive.
Si dispone, infatti, che per i soggetti diversi dalle banche o dalle imprese di assicurazione, la variazione in aumento del capitale proprio non ha effetto fino a concorrenza dell’incremento delle consistenze dei titoli e valori mobiliari, diversi dalle partecipazioni, rispetto a quelli risultanti dal bilancio relativo all’esercizio in corso al 31 dicembre 2010.
La lattura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa.
Legge bilancio 2017 | ACE