Pro rata: l'IVA indetraibile è deducibile per cassa nell'anno del pagamento

23/07/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

L'IVA indetraibile per effetto del pro rata disciplinato dall'art. 19 c. 5 DPR 633/72 (Decreto IVA) rappresenta una componente negativa del reddito di impresa, pertanto è interamente deducibile per cassa nell'anno del pagamento.È questo, in sintesi, il principio di diritto espresso dalla Corte di Cassazione nella sentenza in commento, all'esito di una controversia che ha visto una società a responsabilità limitata operante nel settore ospedaliero ricorrere avverso una pronuncia sfavorevole emessa dalla CTR Molise.L'articolo è pubblicato in forma integrale su MementoPiù.

Somministrazione illecita di manodopera e appalti fittizi: aspetti fiscali

21/07/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Brevi cenni introduttivi Negli ultimi anni è aumentato esponenzialmente il ricorso delle imprese a processi di esternalizzazione (outsourcing) che comportano l’affidamento a soggetti esterni di una o più fasi del ciclo produttivo, il più delle volte tramite l’impiego di contratti di appalto, ai sensi dell'art. 29 del D.Igs. n. 276/2003, caratterizzati, nella gran parte dei casi, dalla prevalenza della forza lavoro sugli altri fattori produttivi (labour intensive) ed eseguiti all’interno dello stesso perimetro aziendale dell’appaltante o committente (c.d. appalto endoaziendale). L’Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) ha significativamente i...

Società di comodo e libertà di stabilimento: parola alla Corte di Giustizia UE

13/07/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Con l'ordinanza interlocutoria in commento, la Cassazione ha rimesso alla Corte di Giustizia la questione pregiudiziale relativa al carattere ostativo o meno degli artt. 18 (divieto di discriminazione in base alla nazionalità) e 49 (divieto di restrizioni alla libertà di stabilimento) del Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea (TFUE) rispetto all'art. 30 c. 1 n. 5 L. 724/94 (nella formulazione previgente rispetto alle modifiche apportate dalla L. 296/2006), nella parte in cui esclude “dal regime fiscale antielusivo delle società non operative […] le sole società ed enti i cui titoli s...

L’accertamento sulla residenza deve basarsi sulla collaborazione leale tra Comune e richiedente

08/07/2021 -  Davide Rossetti, Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Il luogo di residenza di una persona è individuato dall’interazione di due elementi: lapermanenza perun tempo apprezzabile nel territorio di un determinato Comune (elemento oggettivo) e la volontà di fissarvi stabilmente la propria dimora (elemento soggettivo). Il luogo di residenza non muta per effetto di allontanamenti dall’ambito comunale più o meno prolungati, purché la persona torni sistematicamente alla propria dimora abituale non appena possibile e vi mantenga il centro delle proprie relazioni familiari e sociali. Gli accertamenti finalizzati alla verifica della sussistenza della residenza nel Comune devono essere condotti in base al princi...

Domicilio e residenza fiscale: legami personali da soppesare con altri elementi

06/07/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Solo attraverso una valutazione globale di tutti i legami del contribuente è possibile individuare la sede del suo domicilio, per poi determinarne la residenza fiscale. Laddove i legami personali e professionali si svolgano in due Stati diversi, i primi non hanno una prevalenza automatica, ma devono essere sempre soppesati unitamente ad altri elementi. Il caso dedotto in giudizio Nel caso vagliato dalla Corte di Cassazione, un cittadino italiano si era stabilito fin dal 1987 nel Principato di Monaco, iscrivendosi all'Anagrafe dei residenti all'estero (AIRE). Nel 2008 non aveva assoggettato a tassazione in Italia i compensi percepiti come amministratore e ...

Prezzo-valore inapplicabile ai contratti di costituzione di rendita vitalizia

22/06/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione afferma che non è possibile optare per il sistema del “prezzo-valore” per determinare la base imponibile dell'imposta di registro e delle imposte ipocatastali in relazione a un contratto di costituzione di rendita vitalizia dietro la cessione della nuda proprietà di immobili. Il caso di specie Nel caso in esame un contribuente ha esercitato l'opzione per il sistema del “prezzo-valore”, previsto dall'art. 1 c. 497 L. 266/2005, in relazione a un contratto di costituzione di rendita vitalizia, dietro cessione della nuda proprietà di immobili, al fine di evitare l'applicazione dell'art. 46 DPR ...

La buona fede nella prospettiva del contribuente

16/06/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione ha posto l'accento sul disvalore della condotta del contribuente, il quale, in palese violazione dei canoni generali di correttezza e buona fede che gli imponevano di segnalare all'Amministrazione finanziaria l'errore manifestoin cui era incorsa nel comunicare la data di fissazione del contraddittorio preaccertativo, ha fatto uso abusivo dellanorma che, nel caso di accertamenti standardizzati mediante l'applicazione degli studi di settore, sanziona con la nullità la violazione dell'obbligo di attivare il contraddittorio. Per l'Amministrazione finanziaria l'obbligo di attivazione del contraddittorio...

Documenti rinvenuti dall’A.F. in una valigetta aperta senza autorizzazione: sono utilizzabili?

07/05/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Il caso dedotto in giudizio Con l'Ordinanza interlocutoria - Cass. 22 aprile 2021 n. 10664 - la Sezione Tributaria ha rimesso al Primo Presidente, per l'eventuale assegnazione alle Sezioni Unite, la valutazione della questione inerente all'utilizzabilità degli elementi documentali rinvenuti in sede diverifica all'interno di una valigetta aperta da un verificatore su autorizzazione proveniente dal contribuente (o da un suo rappresentante), ma in assenza della preventiva autorizzazione dell'A.G. e senza averlo prima reso edotto della facoltà di farsi assistere da un professionista abilitato alla&nb...

Presunzione di distribuzione di utili in nero: al socio l’onere della prova contraria

29/04/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Una volta accertato l'occultamento di redditi da parte di una società di capitali a ristretta base sociale, l'AE può procedere al recupero a tassazione dei corrispondenti utili extracontabili in capo al socio, presumendone la distribuzione. Il contribuente può vincere tale presunzione dimostrando che i maggiori utili accertati sono stati accantonati o reinvestiti in società oppure che egli era estraneo alla gestione e alla conduzione societaria.   Il caso dedotto in giudizio La Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi sul funzionamento della presunzione di distribuzione ai soci degli utili extracontabili da parte di un...

Non imponibili in Italia le retribuzioni percepite in Germania dal residente italiano

16/04/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

I redditi di lavoro dipendente prodotti in Germania e non dichiarati in Italia da una persona fisica ivi fiscalmente residente non possono essere ripresi a tassazione dall'AE. Infatti, l'art. 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni firmata da Italia e Germania attribuisce potestà impositiva su tali redditi esclusivamente allo Stato in cui detti redditi sono prodotti e tale norma prevale su quelle domestiche contrarie in virtù della sua origine pattizia. Il caso dedotto in giudizio La Corte di cassazione si è pronunciata in materia di riparto della potestà impositiva tra Italia e Germania...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni