Abolizione dei voucher

Diritto del lavoro

La Commissione Lavoro della Camera - in una prospettiva finalizzata a disincentivare forme di lavoro occasionale e saltuario - ha approvato l'eliminazione dei buoni utilizzati nell’ambito delle forme di lavoro accessorio (c.d. voucher), votando a favore dell'emendamento che abolisce gli articoli 48, 49 e 50 del Jobs Act.

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2017, n. 64, del decreto legge n. 25/2017, è stato disposto che, a decorrere da tale data, non possono essere più richiesti nuovi voucher, mentre quelli già acquistati possono continuare ad essere utilizzati solo fino al 31 dicembre 2017.

I voucher hanno fino ad oggi costituito un valido sistema di remunerazione utilizzato dai committenti per pagare le prestazioni di lavoro accessorio occasionale: la loro abolizione è destinata a creare non pochi problemi ai committenti non solo in quanto la stessa impedisce, in concreto, la prosecuzione dei rapporti di lavoro accessorio, ma anche in considerazione del fatto che non è stata prevista una norma transitoria che regolamenti l’utilizzo dei voucher già emessi.

Rif. Decreto Legge 17 marzo 2017, n. 25, Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2017, n. 64