Autofattura spia con possibili ricadute sulla detrazione IVA dei trimestrali

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

I contribuenti che liquidano l’IVA con cadenza trimestrale possono esercitare il diritto alla detrazione anche relativamente ai documenti di acquisto ricevuti e annotati entro il 15 del secondo mese successivo al trimestre di riferimento, fatta eccezione per i documenti di acquisto relativi ad operazioni effettuate nell’anno precedente. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate rispondendo ad una serie di quesiti sulle novità fiscali relative alla fattura elettronica. La dilazione dei termini di ricezione delle fatture per l’esercizio del diritto alla detrazione potrebbe però, soprattutto nel periodo di moratoria, produrre degli effetti “distorsivi” in merito alla necessità di emissione delle c.d. autofatture spia.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.