Comunicazioni trimestrali dei dati delle fatture emesse e ricevute e delle liquidazioni periodiche IVA: ammesso il ravvedimento operoso

Consulenza tributaria e tax compliance

L’Agenzia delle entrate, con Risoluzione n. 104/E/2017, ha fornito chiarimenti e contestuali istruzioni circa l’applicabilità dell’istituto del ravvedimento operoso ai fini della regolarizzazione delle violazioni commesse nell’espletamento dei nuovi adempimenti comunicativi introdotti con D.L. n. 193/2016. In particolare, viene chiarito che in caso di omessa o errata trasmissione dei dati delle fatture emesse ricevute nonché di omessa, incompleta o infedele comunicazione dei dati relativi alle liquidazioni periodiche IVA è applicabile l’istituto del ravvedimento operoso di cui all’art. 13 D. Lgs. 472/1997 fino alla notifica del primo atto di accertamento.

 

Rif. Agenzia delle entrate, Risoluzione n. 104/E del 27 luglio 2017