Opera d'arte e mano dell'artista tra Iva e diritto d'autore

30/09/2020 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Se nessun addetto ai lavori dubiterebbe che opere come Il Dito di Cattelan, The Physical Impossibility Of Death In the Mind Of Someone Living (lo squalo in formaldeide) di Hirst o The Cloud Gate (il c.d. fagiolo) di Kapoor, opere tutte alle quali gli artisti non hanno fisicamente messo mano, siano opere d’arte; se è poi molto probabile (ma non scontato: si veda a proposito il “caso Spoerri” deciso dalla Corte di Cassazione francese il 5 febbraio 2002) che nessun giudice negherebbe a queste opere tutela autorale a causa della mancata presenza della mano dell’artista alla loro concreta realizzazione, di diverso avviso è l...

Decreto "Rilancio" e "pacchetto cultura"

21/05/2020 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

ll 19 maggio 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Legge n. 34, c.d. “Rilancio”. Gli articoli da 182 a 184 contengono una serie di norme fortemente volute dal Ministro Dario Franceschini a sostegno di due dei settori, turismo e cultura, “più gravemente colpiti sin dagli inizi dell’emergenza coronavirus a causa della significativa contrazione degli arrivi internazionali a cui si sono poi aggiunte le chiusure dovute alle misure di contenimento del contagio” (cfr. comunicato stampa del Ministero). Tralasciando l’aspetto turismo, analizziamo di seguito brevemente le misure più significative in re...

Fotografia e diritto d’autore. Il lupo che ulula di Daniel Cox è un’opera d’arte

15/05/2020 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

L’iconica immagine del lupo che ulula tra i fiocchi di neve di Daniel Cox, tra i più affermati fotografi naturalistici al mondo, ha ricevuto tutela autorale da parte del Tribunale di Milano in una recentissima pronuncia (n. 2539 del 23 aprile 2020) della Sezione Specializzata in Materia di Impresa, cui sono devolute anche le cause in materia di diritto d’autore.La foto in questione era stata reperita su Google e riprodotta dallo stilista Antonio Marras su alcuni capi della collezione moda donna autunno/inverno 2014-2015, senza chiedere l’autorizzazione a Cox e senza citarne il nome. Il fotografo citava così in giudizio lo stilista chiedendo, tra...

Mercato dell’arte e antiriciclaggio: cosa è cambiato

08/05/2020 -  Federica Minio, Simona Valassina

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Nonostante l’attuale contrazione del mercato dovuta alla crisi epidemiologica in corso, stando agli ultimi dati disponibili, e in particolare al report The Art Market 2020, i valori delle transazioni nel mercato dell’arte e dell’antiquariato si sono aggirati, nel corso del 2019, attorno ai 64 miliardi di dollari. Si può dunque parlare di un giro d’affari di tutto rispetto, anche tenendo conto del fatto che, se da un lato è diminuito in termini assoluti il valore delle vendite, dall’altro è aumentato di due punti percentuali il numero delle transazioni, che ha raggiunto i 40 miliardi di dollari e il record più ...

Ma chi è l'autore? L'arte al tempo dell'Intelligenza Artificiale (e non solo)

19/03/2020 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Una domanda che mi sono fatta tante volte è quella se e in quale misura l’artigiano che esegue materialmente un’opera d’arte per conto dell’artista possa in qualche misura essere considerato coautore della stessa. I più forse considereranno la risposta scontata, mentre altri penseranno trattarsi di mero onanismo giuridico. In realtà trovo l’argomento leggermente più complicato del previsto e comunque carico di conseguenze giuridiche. La domanda mi si è riproposta ancora una volta durante la visita della mostra su Canova alla GAM di Milano, dove sono esposti sia alcuni gessi provenienti dalla gypsotheca di P...

Riflessioni in tema di tutela giuridica dell'appropriation art in ambito figurativo

20/12/2019 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

1. Introduzione Si dice che Hegel, già due secoli fa, parlasse di fine o morte dell'arte, concetto con cui, secondo l'opinione comune, il filosofo tedesco avrebbe voluto sostanzialmente affermare che l'arte non ha più nulla da dire. Tuttavia "l'idea della morte dell'arte ... è stata equivocata in infiniti modi. Hegel, in realtà, non parla mai propriamente di fine dell'arte, ma dell'ingresso in un'epoca in cui la rappresentazione artistica si fa così pregna di elementi concettuali da perdere ogni immediatezza, che era propria della tradizionale idea del bello, idea che invece si complica. L'interesse per la rappresentazione artistica è carico di eleme...

Composizioni floreali, ikebana, bouquet… e diritto d’autore

27/11/2019 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Questa è la stagione degli anemoni, i miei fiori preferiti (meravigliosi nel colore blu violaceo), così mi capita spesso in questo periodo dell’anno di cercarli istintivamente con gli occhi nelle vetrine dei negozi di fiori. L’altro giorno mi aggiravo nei pressi di uno dei fioristi più capaci (a mio parere) di Milano, così mi sono avvicinata per sbirciare se per caso avesse esposta questa varietà. Non ce ne era traccia, ma il mio occhio è stato ugualmente appagato: facevano infatti capolino in vetrina squisite composizioni floreali, equilibrate nell’accostamento dei colori e delle varietà autunnali dei fiori e delle erbe...

Il diritto del colore ovvero della sua protezione giuridica tramite i diritti della proprietà industriale e intellettuale

24/07/2019 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Quando nel 2016 Anish Kapoor acquisì i diritti di utilizzare in via esclusiva in ambito artistico il c.d. "Vantablack", una vernice nera, capace di assorbire quasi il 100% della luce, prodotta dalla società britannica Surrey NanoSystem, l'ambiente artistico internazionale rimase indignato nei confronti di un'operazione ritenuta monopolistica e in netto contrasto con il principio di libera circolazione non tanto delle idee, quanto piuttosto dei materiali, che dovrebbe essere proprio del mondo dell'arte. L'artista inglese Christian Furr affermò così "di non aver mai sentito che un artista monopolizzasse un materiale ... perché il diritto di utilizzarlo dovreb...

Art. 21: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero"... ma non esageriamo!

20/06/2019 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

Poche settimane fa la corte di Appello di Milano, con sentenza pubblicata il 20 maggio 2019, ha confermato quanto già statuito nel merito dal giudice di primo grado (Trib. Milano, 6 luglio 2017) che aveva ritenuto Vittorio Sgarbi responsabile dei reati di ingiuria e di diffamazione nei confronti del critico Sebastiano Grasso, aumentando peraltro l’ammontare del risarcimento del danno in modo considerevole (da 1.000 a 24.000 euro). Tutto iniziò nel 2011 quando Sgarbi fu chiamato a curare il Padiglione Italia della 54° Biennale di Venezia, battezzandolo L’arte non è cosa nostra. Un titolo programmatico che nel suo stile voleva esser...

Creazioni di moda e copyright: alcune riflessioni

07/06/2019 -  Federica Minio

Diritto dell’arte e dei beni culturali

La mostra The Challenge di Tadao Ando (in collaborazione con il Centre Pompidou, fino al 28 luglio) è stata l’occasione per conoscere l’Armani Silos che in tutti questi anni, lo ammetto, non avevo avuto l’interesse a visitare. Me lo figuravo infatti come un posto “alla milanese”, nel senso un po’ canzonatorio che a volte si dà a questo termine, a riferirsi a qualcosa di effimero. È vero, è un luogo “alla milanese”, ma nella accezione positiva del termine, che vuole indicare l’operosità, la creatività e lo spirito innovativo della città lombarda. La mostra di Tadao Ando è ben riuscita...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni