Partecipazioni qualificate e nuovo regime di tassazione degli utili: attenzione alle riserve

 - 

Consulenza tributaria e tax compliance

Nuovo regime di tassazione per i redditi di capitale percepiti da persone fisiche al di fuori dell’esercizio dell’attività d’impresa in relazione al possesso di partecipazioni qualificate. Dal 1° gennaio 2018, non ci sarà più alcuna distinzione tra partecipazioni qualificate e non qualificate. A rigore, l’art. 88 della legge di Bilancio per l’anno 2018 equipara, semplificando, i livelli di imposizione sostitutiva, eliminando il discrimen tra possesso delle due tipologie di partecipazioni. Ma cosa succede alle riserve di utili formatesi fino a tale data? È necessario fare attenzione alla data di distribuzione. Fino al 2022 valgono le vecchie regole.

La lettura integrale dell'articolo è riservata agli abbonati del Quotidiano Ipsoa, per maggiori informazioni clicca qui.