Esenzione ex art. 26 c. 5-bis, dpr. 600/1973 agli interessi corrisposti a banche UK

30/04/2021 -  Francesco Nicolosi

Fiscalità internazionale

L’Agenzia delle Entrate, nel principio di diritto del 9 aprile 2021 n. 6, fornisce un importante chiarimento in merito alle modalità di applicazione dell’art. 26, c. 5-bis, DPR. 600/1973. In particolare, l’AdE conferma l’applicabilità dell’esenzione ivi prevista agli interessi su finanziamenti a medio-lungo termine, corrisposti a banche stabilite nel Regno Unito, nel corso del cd. “periodo transitorio”, precedente all’uscita del Regno Unito dall’UE. Come noto, tale periodo transitorio termina il 31 dicembre 2020. Come evidenziato dall’ AdE, infatti, durante il periodo transitorio continua a trovare applicazione il diri...

Presunzione di distribuzione di utili in nero: al socio l’onere della prova contraria

29/04/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

Una volta accertato l'occultamento di redditi da parte di una società di capitali a ristretta base sociale, l'AE può procedere al recupero a tassazione dei corrispondenti utili extracontabili in capo al socio, presumendone la distribuzione. Il contribuente può vincere tale presunzione dimostrando che i maggiori utili accertati sono stati accantonati o reinvestiti in società oppure che egli era estraneo alla gestione e alla conduzione societaria.   Il caso dedotto in giudizio La Corte di Cassazione è tornata a pronunciarsi sul funzionamento della presunzione di distribuzione ai soci degli utili extracontabili da parte di un...

Non imponibili in Italia le retribuzioni percepite in Germania dal residente italiano

16/04/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

I redditi di lavoro dipendente prodotti in Germania e non dichiarati in Italia da una persona fisica ivi fiscalmente residente non possono essere ripresi a tassazione dall'AE. Infatti, l'art. 15 della Convenzione contro le doppie imposizioni firmata da Italia e Germania attribuisce potestà impositiva su tali redditi esclusivamente allo Stato in cui detti redditi sono prodotti e tale norma prevale su quelle domestiche contrarie in virtù della sua origine pattizia. Il caso dedotto in giudizio La Corte di cassazione si è pronunciata in materia di riparto della potestà impositiva tra Italia e Germania...

Regime fiscale del c.d. “carried interest ”

13/04/2021 -  Francesco Nicolosi

Consulenza tributaria e tax compliance

La qualifica del carried interest come reddito di natura finanziaria soggetto ad imposta sostitutiva del 26%, anziché di lavoro dipendente soggetto ad IRPEF progressiva, favorisce la competitività internazionale dei meccanismi di retribuzione adottati da imprese italiane. Il D.L. 50/2017, sulla scorta delle esperienze di altri Paesi, ha introdotto una presunzione in base alla quale, in presenza di determinati presupposti, i carried interest vengono qualificati ex lege come redditi di natura finanziaria. Laddove tali requisiti non siano integrati, la qualifica finanziaria può comunque essere riconosciuta sulla base di una valutazione caso per caso. Ciò laddove sia ...

Danno da responsabilità professionale: termini per azione di risarcimento

08/04/2021 -  Fabrizio Pacchiarotti

Contenzioso tributario

La Corte di Cassazione, nel precisare che l'eventuale danno procurato dal professionista non si produce in sede di notificazione del processo verbale di constatazione (mero atto endoprocedimentale) che ne adombri la responsabilità, ha chiarito che il termine prescrizionale decennale per richiedere il risarcimento del danno non può esser fatto decorrere dalla notifica del verbale, bensì dalla concreta produzione del pregiudizio, possibile solo a seguito della notificazione dell'avviso di accertamento, primo atto in cui si manifesta appieno la pretesa impositiva dell'Erario. Il caso dedotto in giudizio Il caso oggetto di...

Profili processuali del beneficium excussionis a favore del cessionario di azienda ex art.14 d.lgs. n.472/1997

05/04/2021 -  Davide Rossetti, Alberto Gatto

Contenzioso tributario

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione negli obiter dicta della sentenza n.28709/2020 offrono notevoli spunti ricostruttivi in relazione allo svolgimento processuale della responsabilità del cessionario di azienda che non agisce in frode dell'interesse erariale. In particolare, i giudici chiariscono come il cessionario possa eccepire il mancato rispetto dell'ordine legale di escussione davanti al giudice tributario, impugnando il primo atto della riscossione a lui notificato. L'annullamento dell'atto segue solo alla circostanza che non si possa ritenere provata l'incapienza del cedente, evento la cui prova grava sull'agente della riscossione.L'articolo in forma integrale è ...


Newsletter

 
Generale e alert

 
Newsletter

Note legali

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario

Sede legale in Piazza Duse n. 2, Milano, 20122.

C.F. e P. IVA n. 04110250968.

Copyright

Morri Rossetti e Associati – Studio Legale e Tributario opera come associazione professionale sottoposta alla legge italiana.

I contenuti e le informazioni del presente sito sono pubblicati a scopo esclusivamente informativo e divulgativo; si precisa inoltre che gli stessi:

  • non costituiscono un parere legale o altro tipo di consulenza professionale;
  • non sono volti a fini commerciali o all’instaurazione di relazioni con i clienti.

Si declina ogni responsabilità in merito ad azioni o omissioni derivanti dall’utilizzo improprio e all’abuso delle informazioni e degli articoli contenuti nel presente sito.

I contenuti pubblicati nel presente sito sono protetti da diritto di autore, in base alle disposizioni nazionali e delle convenzioni internazionali, e sono di titolarità esclusiva di Morri Rossetti e Associati.

Ogni comunicazione e diffusione al pubblico e ogni riproduzione parziale o integrale, se non effettuata a scopo meramente personale, dei contenuti presenti nel sito richiede la preventiva autorizzazione di Morri Rossetti e Associati.

Accetti termini e codizioni